Seguici sui Social

Cronaca

Napoli, la Fit sulla morte del tabaccaio: ‘Chiediamo sicurezza, la risposta dello Stato sia forte e convincente’

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Napoli. “Siamo affranti. In queste settimane abbiamo pregato e sperato insieme alla famiglia ma purtroppo Ulderico non ce l’ha fatta ed ha pagato con la vita l’insicurezza in cui siamo costretti a vivere. Perdo un collega ma soprattutto un amico”. Queste le parole commosse del Presidente Provinciale della Federazione Italiana Tabaccai di Napoli, Francesco Marigliano, che a nome dell’intera categoria esprime vicinanza alla moglie e alle figlie di Ulderico Esposito, il tabaccaio della stazione di Chiaiano aggredito lo scorso 9 giugno fuori dalla sua tabaccheria. “Ringrazio il Sindaco Luigi De Magistris e l’Assessore Alessandra Clemente per la solidarietà e l’interessamento dimostrati alla famiglia del collega ma allo stesso tempo chiedo loro un ulteriore sforzo. Serve – continua Marigliano – una strategia di lotta al degrado che passi necessariamente per un’azione forte dello Stato”. “Una vicenda assurda che ancora una volta ha colpito duramente la categoria dei tabaccai. Un onesto lavoratore, un padre di famiglia che ha pagato con la vita l’attaccamento al suo lavoro ed alla comunità in cui viveva” sottolinea il Presidente Nazionale della FIT, Giovanni Risso. “Fatti di inaudita violenza come questo lasciano ammutoliti ma è invece proprio in questi momenti che le parole devono uscire forti, chiare e convincenti. Come forte, chiara e convincente deve essere la riposta della Stato”. “Lanciamo ancora una volta un grido di allarme e chiediamo alle Istituzioni ed alle Forze dell’Ordine di rafforzare un controllo sul territorio e predisporre con la massima urgenza misure di sicurezza atte a fronteggiare il dilagare della criminalità. Fatti così drammatici, episodi di tale violenza, scuotono e colpiscono l’intera comunità. Ora basta – conclude il Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai – chiediamo sicurezza”.

LEGGI ANCHE  Capodanno a Napoli, la moda delle baby gang nel far esplodere botti devastanti nei bidoni dei rifiuti

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, piano anti freddo del comune: stazioni aperte ai clochard

Accoglienza ai senza tetto. Aperte tutta la notte le stazioni Museo e Municipio

Pubblicato

il

Napoli, piano anti freddo del comune: stazioni aperte ai clochard.

“Viste le avverse condizioni meteorologiche che interessano la citta’ di Napoli, e il recente e preoccupante incremento del calo di temperatura delle ultime ore, l’assessore al Lavoro con delega al Contrasto alle poverta’, Giovanni Pagano, informa che continua ad essere attivo il piano “anti-freddo”: fin dallo scorso 29 dicembre, e per un periodo di dieci settimane, le stazioni della metropolitana “Museo” e “Municipio” resteranno aperte dalle ore 23.00 alle ore 5.00 con la possibilita’ di utilizzare i servizi igienici presenti all’interno”. E’ quanto si legge in una nota del Comune di Napoli.

LEGGI ANCHE  Napoli, vede la polizia e scappa lasciando le bustine di cocaina

“Gli ambienti verranno quotidianamente sanificati per permettere l’utilizzo delle stazioni da parte dei passeggeri e delle persone senza dimora- si sottolinea . Restano sempre attive le strutture “La Palma” e “La Tenda” oltre al dormitorio pubblico, diventato residenziale; e’ sempre possibile contattare la Centrale Operativa Sociale al numero 081 5627027, col servizio attivo dalle 16.00 alle 8.00, oppure inviare una e-mail all’indirizzo sos.senzadimora@comune.Napoli.it per segnalare la presenza di persone senza dimora nelle strade cittadine ed attivare un immediato aiuto da parte delle Unita’ Mobili di Strada”. 

Continua a leggere

Le Notizie più lette