Salernitana, clamorosa salvezza, conquistata ai rigori

Cosmi deve fare ancora a meno di diversi indisponibili, ma può contare al centro della difesa sul ritorno di Domizzi, rientrante da un turno di squalifica. Sarà ancora 4-4-2 con poche novità: in difesa, oltre al capitano, ecco Modolo, con Zampano e Bruscagin sugli esterni; a centrocampo confermati Pinato, Schiavone, Bentivoglio e Lombardi; in avanti è Rossi ad affiancare Bocalon dall’inizio. Menichini ripropone il 4-3-3 con una sola novità rispetto a mercoledì, l’inserimento del rientrante Casasola nel tridente offensivo. Davanti a Micai, ancora Pucino, Migliorini, Mantovani e Lopez; a centrocampo Minala, Di Tacchio e Odjer; in avanti, come detto, Casasola, Djuric e Anderson, che rileva Jallow, fermatosi nel riscaldamento. Al 6′ grande chance Venezia. Spizzata aerea di Lombardi in area per Bocalon, che, tutto solo, si fa murare la conclusione da un attento Micai. Pericoloso Pucino al 29′, conclusione direttamente da piazzato, palla alta non di molto.Si riscalda il portiere di scorta Vannucchi, accusa mal di testa Micai ma resiste. Venezia in vantaggio, con un gran gol di Modolo, che, sugli sviluppi di punizione, riceve palla in area, mette a sedere Lopez con una finta e batte Micai da posizione defilata con un destro micidiale. Djuric va giù in area sul contatto con Domizzi, protesta ma non ottiene un rigore. Completa la frittata Minala a fine primo tempo, gomitata  su Modolo. L’arbitro va a consultare il Var ed espelle il granata. Secondo tempo, Lombardi punta Pucino, entra in area dal lato corto, si accentra e prova il destro a giro. Palla di poco alta sulla traversa. Anderson, sinistro dal limite, palla che si spegne alta. Ancora Anderson, entra in area e conclude di sinistro, palla alta. Il brasiliano esce, al suo posto va Orlando. Doppio cambio nel Venezia, dentro Zigoni al posto di Bocalon mentre Coppolaro rileva Modolo. Mancino potente firmato Di Tacchio dal limite, palla alta. Lombardi si libera il destro per la conclusione e va al tiro, Micai mette in angolo. Alla mezz’ora, incornata di Domizzi su sviluppi d’angolo, Micai, attento, smanaccia. Grande occasione per il raddoppio dei padroni di casa. Errore clamoroso di Pinato che, da pochi passi, spedisce alto. Memolla dà il cambio a Lopez. Salernitana vicina al pareggio nelle battute finali dei tempi regolamentari. Destro potente dal limite di Odjer, palla deviata in angolo da Domizzi. Nel recupero, granata pericolosi sull’iniziativa di Casasola, bloccata da Vicario in uscita. Si va ai supplementari. Bruscagin, controllo in area e conclusione a botta sicura, grande salvataggio di Casasola. Pimenta al posto di Rossi, Memolla regala a Zigoni, con un clamoroso errore, la palla del 2-0, chance non sfruttata con palombella della lunga distanza e Micai fuori dai pali. Fine del primo tempo supplementare, sotto col secondo. Assalto finale dei padroni di casa nei minuti finali, ci provano senza essere precisi Lombardi e Bentivoglio. Ultima sostituzione di Cosmi, Suciu al posto di Schiavone. Uno stremato Djuric cede il posto a Calaiò mentre Odjer fa spazio a Mazzarani. Squadre stanche, nulla si decide. è tempo di rigori. Comincia la lotteria. Domizzi segna. Casasola pure. Suciu gol. Calaiò gol. Bentivoglio se lo fa parare da Micai. Pucino gol. Metto alto Coppolaro. Di Tacchio fa centra, la Salernitana è salva, il Venezia scende in C.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati