Seguici sui Social

Cronaca

Cani bagnino salvano 15enne a Palinuro

L’episodio ieri sulla spiaggia di Palinuro dove due cani bagnino salvano 15enne che stanno annegando


PUBBLICITA

Pubblicato

il

Cani bagnino salvano 15enne

Due cani bagnino salvano 15enne nelle acque di Palinuro. E’ accaduto nella giornata di ieri.

Una quindicenne e’ stata salvata da due cani bagnino. E’ accaduto ieri nel mare di Palinuro, frazione del Comune di Centola  nel Cilento. La ragazza si era tuffata in acqua intorno alle 17 in compagnia di alcune amiche quando e’ stata trascinata al largo dalle forti correnti.

Scattati immediatamente i soccorsi, la giovane e’ stata raggiunta dai Labrador Igor e Luna e dai loro compagni umani della “Scuola Italiana Cani Salvataggio”, che da anni contribuiscono al pattugliamento del litorale di Palinuro.

LEGGI ANCHE  Coronavirus, medico di medicina generale grave al Cotugno

Assicurata al baywatch, Ilenia, questo il nome della quindicenne, aggrappandosi ai bagnini a quattro zampe e’ stata quindi riportata a riva dove ha potuto abbracciare le amiche.

In questi giorni a Palinuro operano sei unita’ cinofile della Scuola Italiana Cani Salvataggio (SICS), suddivise in tre postazioni di sicurezza, con il coordinamento della Guardia Costiera e dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Carmelo Stanziola.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Vesuvio, 3 incendi in poche ore a Somma Vesuviana

Il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, ha fatto evacuare due aziende all’interno delle quali erano custodite alcune bombole di ossigeno.

Pubblicato

il

somma vesuviana

Tre incendi sono divampati in poche ore in diversi punti della citta’ di Somma Vesuviana.

Il sindaco, Salvatore Di Sarno, ha fatto evacuare due aziende all’interno delle quali erano custodite alcune bombole di ossigeno. Lo rende noto lo stesso Di Sarno che parla ora di “regia occulta tesa a distruggere il patrimonio naturalistico locale”. I tre incendi, dei quali uno ha costeggiato anche la linea ferroviaria Napoli-Sarno della Circumvesuviana, seguono quello divampato due giorni fa nello stesso comune, su un versante del Monte Somma, nell’area protetta del Vesuvio, ed altri nove avvenuti nella stessa settimana.

“In poche ore tre incendi in tre punti diversi del paese – ha detto Di Sarno – Non puo’ essere una casualita’. C’e’ una regia occulta che vuole distruggere il patrimonio boschivo del paese. Chiedo ai cittadini di restare con le finestre chiuse almeno per qualche ora. E’ il momento dell’unita’ dinanzi a questo attacco. Siamo a ben 13 incendi in una settimana. Somma e’ presa d’assalto da piromani perche’ non credo sia normale quanto stia accadendo. Dobbiamo tenere gli occhi aperti e non e’ escluso che possano esserci rifiuti bruciati come la plastica. Stiamo facendo tutti i sopralluoghi ed abbiamo dovuto evacuare anche due aziende che erano in possesso di bombole di ossigeno nei pressi delle aree colpite da incendi.

Le fiamme in alcuni casi sono arrivate sulla strada e non distanti dalle abitazioni. A Rione Trieste la parte colpita era proprio nella zona centrale del quartiere. In questo momento gli incendi sono in corso ancora. Per quanto riguarda la superstrada 268, coloro i quali giungono da Angri devono uscire a Somma – Cupa di Nola, mentre chi arriva da Napoli deve uscire a Somma Vesuviana – Via Pomigliano. Sui luoghi ci sono Vigili del Fuoco, Vigili Urbani, Protezione Civile, SMA”.

Continua a leggere
longobardi logo

Le Notizie più lette