Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Mondo

Morte Kobe Bryant, il pilota autorizzato a volare in cattive condizioni meteorologiche

Pubblicato

in



 Il pilota dell’elicottero precipitato domenica, 26 gennaio, provocando la morte del famoso giocatore di basket Kobe Bryant e di altre otto persone, e’ stato autorizzato a volare in cattive condizioni meteorologiche, senza fare affidamento agli strumenti di bordo. E’ quanto emerge dalle registrazioni sulle comunicazioni con i controllori del traffico aereo. Poco prima che l’elicottero si schiantasse, il pilota ha chiesto e ottenuto l’approvazione delle cosiddette regole speciali di volo visivo, scrive il quotidiano statunitense “Washington Post”. Ara Zobayan, il pilota dell’elicottero, aveva una licenza di volo dal 2007 ed era qualificato per volare in cattive condizioni meteorologiche, note come regole di volo strumentali, ovvero una serie di regolamenti e procedure ideate per consentire il volo degli aeromobili anche in condizioni nelle quali i piloti non sono in grado di vedere ed evitare ostacoli. Proprio a causa della scarsa visibilita’, il pilota ha contattato i controllori del traffico aereo e richiesto di passare alle regole del volo strumentale. In un audio registrato poco prima dello schianto, il pilota e’ stato informato da un controllore di volare troppo basso per essere monitorato dal radar. Alle 9.45 l’elicottero si e’ schiantato contro una collina a 518 metri d’altezza nella localita’ di Calabasas, in California.

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Coronavirus: nel mondo 31,2 milioni casi e 963.693 morti

Pubblicato

in

Coronavirus: nel mondo 31,2 milioni di casi e 963.693 morti. E Trump annuncia il vaccino pronto in poche settimane.

 

Finora la pandemia di Covid-19 ha fatto registrare piu’ di 31 milioni di casi accertati: 31.322.314 secondo il conteggio della John Hopkins University. La stessa fonte registra 963.693 morti. Gli Stati Uniti contano almeno 199.766 morti per Covid-19 su 6.831.222 contagiati. Lo riferisce l’emittente “Cnn”, che cita i dati forniti dalla Johns Hopkins University. Secondo il presidente Donald Trump un vaccino dovrebbe essere disponibile entro poche settimane, ma i principali esperti sanitari smentiscono la previsione. A livello globale si contano oltre 962 mila morti su oltre 31,1 milioni di contagiati. (Nys) NNNN

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha detto che un vaccino contro il coronavirus sara’ disponibile “nel giro di poche settimane”, contraddicendo ancora una volta le valutazioni dei massimi funzionari della sua amministrazione. “Lo ricevero’ molto presto, nel giro di poche settimane”, ha detto Trump a “Fox & Friends” in un’intervista, aggiungendo: “Direi che l’avrai molto prima della fine dell’anno, forse. Forse entro la fine di ottobre”.

Il presidente aveva gia’ detto all’inizio di questo mese che un vaccino sarebbe stato “probabilmente” pronto in ottobre – appena un giorno dopo che Moncef Slaoui, responsabile degli sforzi dell’amministrazione per accelerare lo sviluppo del vaccino, aveva detto che era “molto improbabile” che un vaccino sarebbe stato approvato non prima di novembre. Trump ha anche offerto altre rosee presivisioni sulla pandemia, insistendo sul fatto che gli Stati Uniti stanno “svoltando, con o senza vaccino”. Odiano quando dico questo, ma e’ cosi’ che stanno le cose”, ha detto. ” Abbiamo fatto un lavoro fenomenale. Sulle pubbliche relazioni, mi do una D. Sul lavoro stesso, prendiamo una A+”, ha detto.

Continua a leggere



Attualità

Coronavirus, sfiorati i 31 milioni di casi nel mondo: quasi 960mila morti

Pubblicato

in

coronavirus mondo

Coronavirus, sfiorati i 31 milioni di casi nel mondo: quasi 960mila invece i morti.

 

I casi di coronavirus nel mondo sfiorano cifra 31 milioni. Secondo quanto riporta la Johns Hopkins University and Medicine, a livello globale da inizio pandemia 30.935.011 persone hanno contratto il coronavirus. I morti sono 959.565.  Il paese più colpito risulta essere Stati Uniti dove 6.804.814 persone hanno contratto il coronavirus da inizio pandemia. Lo riporta la Johns Hopkins University and Medicine. I morti sono 199.509. Segue, a livello globale per numero di contagi e decessi, l’India con 5.400.619 casi e 86.752 morti, e il Brasile con 4.544.629 casi e 136.895 morti.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette