Sette anni complessivi di carcere sono stati chiesti dal pubblico ministero della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere a carico di due imputati accusati di aver appiccato un rogo allo Chalet Pinetarium di Pignataro Maggiore, devastato da un incendio doloso nell’agosto 2013. Stamattina, dinanzi al giudice Graziano di Santa Maria Capua Vetere, si è tenuta la requisitoria a carico di Salvatore Lettieri, 24enne di Caserta, e Alit Tekar, 22enne di origini rumene ma residente a Camigliano, entrambi accusati di incendio doloso. I due rischiano una pena a 3 anni e 6 mesi di carcere a testa. Il raid, secondo la ricostruzione della Procura, sarebbe scattato dopo che gli imputati avevano litigato con la proprietaria dello chalet, venendo anche allontanati dal locale. La sera stessa scoppiò l’incendio che distrusse la struttura.

LEGGI ANCHE  "Foto del buongiorno e della buonanotte contengono virus". La catena Whatsapp è un bufala

 Gustavo Gentile


OpenMANN, la nuova card per visitare il Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Notizia precedente

De Luca: ‘Il reddito di cittadinanza sarà intercettato dalla camorra’

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi