Giugliano. ambientale: sequestrata un’area di 10mila metri quadrati al consorzio che si occupa della raccolta dei nel Comune di Giugliano. Stamane, i del di Napoli hanno dato esecuzione ad un decreto di prevetivo, emesso dal Gip del Tribunale di Napoli Nord di un’area denominata Palmentiello, concessa all’ATI “Teknoservice S.r.l. (capogruppo) – ”, per il deposito dei mezzi. I militari, nel corso delle indagini, hanno riscontrato che l’area sottoposta a era invece utilizzata per lo stoccaggio di speciali, pericolosi e non pericolosi, con scarico abusivo delle acque reflue del percolato, derivanti dagli autocompattatori, nei campi agricoli confinanti. Ai titolari della Ati è stato contestato il reato di ambientale. In particolare, sono stati svolti alcuni accertamenti tecnici che hanno consentito di raccogliere indizi in base ai quali ritenere che nell’area sottoposta a – deputata al solo parcheggio degli automezzi aziendali – veniva effettuata, invece, un’illecita attività di gestione e di stoccaggio di . Le acque reflue del percolato, inoltre, si riversavano nei fondi agricoli confinanti con pericolo di compromissione e deterioramento dei campi a causa del continuo accumulo di ferro e di cloruri.
Secondo la ricostruzione degli inquirenti, infine, tali condotte – illecita attività di gestione dei e ambientale – sarebbero da addebitare direttamente alla Ati Teknoservice srl-.



Cronache Tv



Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..