Sant’Agata de’ Goti, bare nel fiume: i vigili del fuoco mettono in sicurezza area

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo il cedimento dell’ala del cimitero cittadino a Sant’Agata de’ Goti, è in corso un’operazione dei vigili del fuoco impegnati nel monitoraggio e messa in sicurezza dell’area perimetrale non franata.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione. Si dovrà poi procedere al recupero dei loculi caduti nel torrente.

“Chiedo scusa. Questa Amministrazione, tutta, chiede scusa alla città. E’ l’unica cosa da fare in questo momento”. Lo dice il sindaco di S. Agata dei Goti, Salvatore Riccio, in merito al crollo di un’ala del cimitero, con diverse bare finite in un torrente.

    “Siamo addolorati per questa sciagura – dice il primo cittadino – e vicini ai familiari dei defunti collocati nel blocco crollato. Faremo tutto quello che possiamo per riportare in sicurezza bare ed urne. Già domani mattina avranno inizio le operazioni di recupero”.

    “Quanto accaduto – continua – è grave ma preghiamo tutti di non cercare colpevoli senza conoscere realmente i fatti. A questo provvederanno, eventualmente, le preposte autorità. Ora non serve a risolvere la situazione.

    Quella del cimitero centro e dell’ala franata è una condizione problematica che viene dal passato non recente e per la quale l’Ente stava lavorando, al fine di trovare una soluzione definitiva e decorosa. Le piogge incessanti di questi giorni hanno, purtroppo, fatto cedere il terreno sottostante causando il crollo”.

    “Non cerchiamo giustificazioni”, prosegue il sindaco. “Rispettiamo il dolore dei familiari, chiediamo umana comprensione e massima collaborazione da parte di tutti”.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!

    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Campi Flegrei: il suolo continua a salire, +7,5 cm da inizio anno

    Campi Flegrei, il sollevamento del suolo in particolare nella...
    DALLA HOME

    Roma: fermato presunto killer, 81enne uccisa da proiettile vagante

    Roma. Ieri pomeriggio, gli agenti della sezione omicidi della squadra mobile di Roma hanno fermato un uomo di 28 anni, Dante Spinelli, con l'accusa di essere il presunto killer dell'anziana donna di 81 anni, uccisa da un proiettile vagante nel quartiere di Ponte di Nona. La vittima si trovava a...
    TI POTREBBE INTERESSARE

    LA CRONACA