ravello



La Fondazione ritorna all’ con tre eventi che in prima assoluta caratterizzeranno il periodo natalizio della “Città della Musica“.

Sabato 11 dicembre, alle ore 19, Toni Servillo, nominato proprio recentemente dal New York Times tra i primi 25 attori del ventunesimo secolo, tornerà al Niemeyer dopo 12 anni dalla sua ultima apparizione. Stavolta l’attore napoletano debutterà nel monologo ‘Le voci di Dante‘ su testo, commissionato dalla Fondazione, dello scrittore napoletano Giuseppe Montesano.

ADS

Domenica 19 dicembre (ore 12) sarà Alessandro ad onorare il sommo poeta con lo spettacolo ‘Nel nome di Dante‘ che accosterà alla lettura dei versi della Divina Commedia il respiro del sassofono di Stefano di Battista in un accoppiamento del tutto inedito con musiche di John Coltrane e di altri grandi esponenti del jazz. Assieme all’attore romano, che ritorna a dopo poco più di un anno dalla celebrazione del 140esimo anniversario della visita di Wagner, e a Di Battista, il contrabbasso di Daniele Sorrentino.

LEGGI ANCHE  Marcianise, furto nel terreno agricolo vicino al campo rom

A chiudere gli eventi organizzati dalla Fondazione Ravello, il Concerto di Santo Stefano (domenica 26 dicembre, ore 18.30) che vedrà il debutto a di Lisette Oropesa, uno dei più importanti soprani di oggi, acclamata sui palcoscenici dei più grandi teatri del mondo, dal Metropolitan al Covent Garden, dall’Opera di Parigi a quella di Vienna, reduce dal successo al Teatro alla Scala dove, dopo aver cantato nello spettacolo di inaugurazione della stagione 2020-21 e dove si appresta a tornare per i Capuleti e Montecchi, ha interpretato Theodora, la protagonista dell’oratorio di Georg Friedrich Handel.

@RIPRODUZIONE RISERVATA



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

‘La Città e la Camorra – Napoli e la questione criminale’

Notizia precedente

‘Dante Inferno’: un’esperienza immersiva a Castel dell’Ovo

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..