. Sara’ la Corte di Cassazione a mettere probabilmente la parola fine all’inchiesta sulla morte di Arianna Flagiello, la donna che il 19 agosto del 2015 a si tolse la vita lanciandosi nel vuoto dal balcone di casa sua nel quartiere Vomero.

Il processo arriva infatti davanti alla Suprema Corte; di quella morte e’ stato ritenuto responsabile in primo e in secondo grado l’ex compagno della donna. La Corte di Appello di lo scorso 29 marzo ha condannato a 19 anni di carcere Mario Perrotta.

LEGGI ANCHE  Napoli, infermieri con stipendi da 9 mila euro
ADS

Per la tesi dell’accusa, accolta dai giudici di secondo grado, Arianna si tolse la vita a causa dei suoi maltrattamenti. I legali del’uomo pero’ si sono appellati ai giudici di Cassazione



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Allerta meteo Napoli: in Campania la protezione civile proroga allerta “gialla”

Notizia precedente

Manifesto funebre choc a Napoli: morto per covid con 2 dosi di vaccino

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..