forcella caiafa sui muri



Forcella invasa da scritte in memoria del Luigi Caiafa. Borrelli (Europa Verde): “Una sfida continua allo Stato e alle istituzioni da parte di chi esalta il crimine e i clan. Siano rimosse subito”

“Continuano ad essere realizzate scritte in memoria di Luigi Caiafa, il rimasto ucciso durante una rapina. Forcella è invasa da scritte che inneggiano a Caiafa a pochi metri di distanza dal murale, sempre a lui dedicato, coperto in seguito all’intervento della Prefettura di Napoli. Questa volta, a presidio delle scritte, è stato scelto di parcheggiare alcune auto in modo da poter evitare di cancellarle. La gran parte dei vicoli sono oramai imbrattati con il nome del giovane criminale. Un modo per rivendicare l’egemonia criminale in quelle zone. Siamo di fronte a una continua sfida allo Stato e alle Istituzioni da parte chi esalta il crimine e la presenza dei clan sui territori. Un’apologia della cultura camorrista e criminale che combatteremo sempre, senza tregua. Chiedo che queste scritte vengano rimosse al più presto”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che ha ricevuto le foto delle scritte da parte dei cittadini sempre più esasperati dalla presenza criminale nel quartiere.

LEGGI ANCHE  Covid, tasso di positività in calo in calo in Italia: oggi al 2,9%
ADS



Fabio Testa, 28 anni, laureato in sociologia. Appassionato della cultura napoletana e dei fenomeni della tradizione popolare. Gli piace il cinema d'autore. E' grande tifoso del Napoli

    Napoli, eseguito al Monaldi trapianto cuore a bimba di 11 mesi

    Notizia precedente

    Castellammare, Teresa Manzo (M5s): ‘Salviamo le terme di Stabia’

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..