Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

A Napoli 76 persone denunciate tra carabinieri e vigili nei controlli pre lockdown

Pubblicità'

Pubblicato

il

Napoli,persone denunciate


Pubblicità'

A Napoli 76 persone denunciate tra carabinieri e vigili nei controlli pre lockdown.

 

E’ di 62 persone multate il bilancio dei controlli dei Carabinieri del Comando provinciale di Napoli svolti nella giornata di ieri, ultimo giorno prima del passaggio della regione Campania in “zona rossa”. Delle 62 persone sanzionate, 25 hanno violato il coprifuoco e 37 sono state sorprese senza la mascherina.

Sempre ieri sera qualche tensione con una rissa sfiorata nell’area pedonale di Via Scarlatti, nel quartiere Vomero, dove una 35enne e’ stata denunciata in stato di liberta’ dalla Polizia Municipale perche’ sputava sui passanti. Una giornata intensa quella di ieri durante la quale i vigili urbani hanno sanzionato, come fa sapere il comandante, generale Ciro Esposito, 14 persone perche’ circolavano in citta’ dopo le 22 senza un giustificato motivo mentre altre cinque sono state multate perche’ dopo le 18 consumavamo bevande alcoliche in strada.

Questa mattina, poi, i militari dell’Arma hanno controllato e sanzionato, in piazza del Plebiscito, un 61enne residente nel borgo Sant’Antonio Abate gia’ noto per associazione di stampo mafioso e spaccio di stupefacenti che stava passeggiando da solo ma eccessivamente distante dalla sua abitazione senza giustificato motivo.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Un murale per il poliziotto eroe Lino Apicella, la petizione lanciata dai familiari

Pubblicato

il

murale apicella
foto profilo facebook

Un murale per il poliziotto eroe Lino Apicella, la petizione lanciata dai familiari. Borrelli e Simioli: “Un murale da realizzare presto nel cuore di Napoli, bisogna lanciare messaggi di legalità.”

Un murale per Pasquale Apicella. È l’idea lanciata dai familiari del valoroso poliziotto caduto sul campo nel tentativo di fermare dei rapinatori.

“Lino è morto nel nome del senso del dovere, è stato ucciso mentre cercava di difendere la legge e la sicurezza dei cittadini. Un murale a lui dedicato è un atto dovuto, per lui e per sua moglie ad i suoi figli che non avranno mai in più indietro marito e padre.

Vorremmo che l’opera fosse realizzata nella zona centrale di Napoli in modo che possa essere ben visibile a quante più persone possibile in modo che il messaggio che intendiamo diffondere si estenda a macchia d’olio: un messaggio di legalità.”- a parlare è Annamaria Ghidotti, cognata di Apicella.

“Avevamo già proposto un’opera da dedicare a Lino, sono le persone come lui che vanno ricordate ed omaggiate, non dovremo mai dimenticare il suo sacrificio, non dovremo mai abbandonare la sua famiglia. Siamo pienamente d’accordo a far realizzare il murale per il valoroso poliziotto nel cuore di Napoli, dove diversi murales sono stati dedicati a delinquenti e rapinatori, il volto ed il messaggio di Lino li sovrasterà, la legalità avrà la meglio sulla criminalità. Per questo il murale per Pasquale Apicella si deve assolutamente da fare”. Parlano il Consigliere Regionale di Europa Verde Francese Emilio Borrelli e lo speaker radiofonico Gianni Simioli che hanno sposato subito la causa.

Pubblicità'

Le Notizie più lette