Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Curiosita e Passatempo

Idee pratiche per tenere la casa in ordine

Pubblicato

in



Una casa ordinata è una casa felice: quanto è bello aprire la porta d’ingresso ed essere accolti da un focolare dove ogni cosa è al suo posto e l’armonia dell’ambiente diffonde nell’aria e si trasforma in armonia per l’anima…

Se tenere in ordine la casa ti porta via troppo tempo e non ti rimane neppure la forza per godertela, grazie ai consigli sulla casa di casafare.it scoprirai come mantenere la casa in ordine in modo, semplice, efficace e per nulla faticoso.

1) Seleziona ciò che serve

Il primo motivo di difficoltà nel tenere una casa in ordine è dato dall’eccessivo accumulo di oggetti, molti dei quali sono frutto di acquisti errati, regali poco graditi, doppioni, oppure appartengono ad un passato ormai lontano, distante anni luce dallo stile di vita quotidiano di oggi.

La cosa migliore, quindi, è fare una selezione di ciò che realmente utilizziamo e trovare, per il resto, una sistemazione lontano da casa. Possiamo ad esempio regalare gli abiti che non usiamo, gettare gli oggetti ormai inutili o vendere quelli in buono stato attraverso i canali del mercato dell’usato. Per i ricordi, una scatola da sistemare in garage sarà un ottimo modo di guadagnare spazio senza separacene per sempre.

2) Il segreto per tenere una casa ordinata: ogni cosa al suo posto

La cosa forse più importante è fare si che ogni cosa, in casa abbia il suo posto. Organizzare la sistemazione di tutto ciò che abbiamo in casa ci permette di distribuire rapidamente gli oggetti nelle loro collocazioni senza perdere tempo e ci aiuta a mettere in pratica più velocemente il punto numero 3.

3) Attenzione costante

La cosa peggiore che possiamo fare per gestire la casa in modo che sia sempre in ordine è procrastinare. Lasciare le cose in giro perché “poi dopo lo sistemo” è il miglior modo per essere in poco tempo sopraffatti da un avvilente caos da cui diventa difficile districarsi. Se invece ci sforziamo di riporre ogni cosa al proprio posto dopo averla utilizzata, di lavare i piatti appena finito di mangiare (e, quando si può, anche mentre si finisce di preparare) questo farà sì che la casa sia sempre in ordine senza doverci mai affaticare troppo.

4) organizza gli spazi e sarà più facile tenere la casa ordinata

A volte la difficoltà nasce dal non avere abbastanza spazio a disposizione. Il risultato è che, non sapendo come fare, finiamo con l’accumulare gli oggetti gli uni sugli altri creando ingestibili epicentri di disordine: quando poi andremo a cercare qualcosa che sia malauguratamente capitato in quel buco nero di oggetti accatastati, finiremo con lo spargerli tutti in giro creando un avvilente big bang di caos cosmico… per evitare questo scenario apocalittico, esistono appositi strumenti: i ripiani della dispensa possono essere suddivisi grazie a divisori fatti all’uopo; anche negli armadi è possibile utilizzare rialzi e ganci che ci consentano di ampliare le superfici a disposizione. In cucina, cestini pensili e clip da apporre al retro delle ante son idee fantastiche per guadagnare appoggi e ripiani per distribuire tutta l’oggettistica di cui abbiamo bisogno

5) Routine

Alle volte basta semplicemente organizzare una routine quotidiana attraverso cui, con gesti semplici, ci ricordiamo di sistemare ogni giorno ciò che utilizziamo, in modo da evitare pericolosi accumuli di caos e disordine.

In definitiva, tenere la casa in ordine con poca fatica non è difficile, basta un pizzico di organizzazione, buona volontà e la collaborazione di tutti gli abitanti. Con un piccolo sforzo ogni giorno potrete finalmente godervi il giusto relax in un ambiente che vi accolga proprio come meritate.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Curiosita e Passatempo

Olimpiadi e soldati romani: le origini inaspettate del gioco

Pubblicato

in

Storia ed evoluzione del gambling moderno

 

Le origini dei più famosi giochi moderni spesso sono avvolte dal mistero, tanto che in molti casi è difficile ripercorrerne gli sviluppi nel tempo. Per questo LeoVegas ha creato l’infografica “Paese che vai, gioco che trovi: storia e origini dei giochi più famosi nel mondo così da analizzare le varie tappe storiche del gioco.

 

 

Le prime testimonianze risalgono addirittura ai tempi della Grecia e dell’Antica Roma: durante le Olimpiadi nacquero le prime scommesse sportive, mentre i romani, oltre a giocare durante i Saturnali, crearono un gioco simile a una ruota della fortuna. Altre due tappe fondamentali in questo percorso storico sono la diffusione del Caturanga nell’India del VI secolo, l’antenato più simile ai moderni scacchi, e l’invenzione della carta nell’Asia del X secolo, fondamentale per la nascita del gioco di carte più antico al mondo, il Ganjifa.

 

Bisogna però attendere il 1400 per le prime testimonianze di carte da gioco in Europa, dove arrivarono grazie agli scambi con il Medio Oriente: le nostre carte da gioco odierne derivano quindi da quelle utilizzate dai Mamelucchi, che giocavano con mazzi da 52 carte divisi in 4 semi.

 

Poker, roulette e blackjack: le origini di quelli che sono i giochi oggi più diffusi risalgono al periodo tra il XVI e il XVIII secolo tra Italia, Persia e Francia. Proprio nel nostro Paese è stato inaugurato nel 1638 il primo casinò, ovvero il Ridotto di Venezia.

 

Infine, più recenti sono la nascita delle slot machine (fine 800) e delle video slot (anni ‘70) e lo sviluppo del Texas Hold’Em che dagli anni ’60 ha spopolato in tutto il mondo. Arrivando ai giorni nostri, l’ultima tappa di questo percorso storico sono le piattaforme web e il gioco online, compresa la modalità live che ha trasformato ulteriormente il mondo del gambling.

 

Continua a leggere
Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette