Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

De Luca chiude scuole e Università fino al 30 ottobre

Pubblicato

in



De Luca chiude scuole e Università fino al 30 ottobre. Stop anche a lezioni universita’, salvo studenti primo anno.

Niente lezioni in presenza nelle scuole primarie e secondarie in Campania da domani fino al 30 ottobre: e’ una delle misure anticovid contenute nell’ordinanza che il governatore Vincenzo De Luca sta per firmare, e di cui la Regione anticipa una sintesi. Sono anche sospese le attivita’ didattiche e di verifica in presenza nelle Universita’, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno.  In Campania sono vietate tutte le feste con invitati estranei al nucleo familiare convivente. Lo prevede un’ordinanza firmata dal governatore Vincenzo De Luca che e’ in corso di pubblicazione. Lo stop riguarda anche le celebrazioni relative a “cerimonie, civili o religiose” in luoghi pubblici, aperti al pubblico e privati, al chiuso o all’aperto.Divieto di vendita di cibo da asporto dopo le 21. È quanto prevede un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e in corso di pubblicazione sul Burc. Resta consentito il delivery senza limiti di orario.

“In relazione alla situazione epidemiologica esistente – si legge in una nota della Regione – sono state adottate misure rigorose con il doppio obiettivo di limitare al massimo le circostanze di assembramenti pericolosi in ogni ambito, privato e pubblico, e con l’obiettivo di ridurre al massimo la mobilita’ difficilmente controllabile”.  Oltre allo stop alla didattica in presenza, dovuto al “livello di contagio altissimo registrato anche nelle famiglie e derivante da contatti nel mondo scolastico”, l’ordinanza vieta “le feste, anche conseguenti a cerimonie, civili o religiose, in luoghi pubblici, aperti pubblico e privati, al chiuso o all’aperto, con invitati estranei al nucleo familiare convivente”. Sono inoltre sospese le attivita’ di circoli ludici e ricreativi si raccomanda agli enti e uffici competenti di differenziare gli orari di servizio giornaliero del personale in presenza. A tutti gli esercizi di ristorazione, inoltre, e’ fatto divieto di vendita con asporto dalle ore 21, mentre resta consentito il delivery senza limiti di orario.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Oltre 21mila casi da coronavirus in Italia e 128 morti

Pubblicato

in

coronavirus italia

Sono 21.273 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, per un totale di 525.782 da inizio pandemia. I dati emergono dal bollettino del ministero della Salute.

Sono 128 i pazienti deceduti per o con Covid-19 nelle ultime 24 ore, portando così il totale a 37.338 da inizio pandemia. Sempre nelle ultime 24 ore i pazienti guariti/dimessi sono stati 2.086. Sono invece 1.208 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.Diminuiscono i tamponi, 161.880, nelle ultime 24 ore, -15.789 rispetto a ieri. Ieri infatti i nuovi casi erano stati 19.644 e 177.669 i tamponi.
. Per quanto riguarda le singole regioni, picco di nuovi casi in Lombardia (5.762), a seguire la Campania con 2.590, Piemonte con 2.287. Sotto la soglia dei 2mila troviamo la Toscana (1.863), il Lazio (1.541), il Veneto (1.468), l’Emilia Romagna (1.192). Sotto quota mille le altre regioni, con il Molise (26) dove si registrano meno contagi.

Continua a leggere

Le Notizie più lette