Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Castellammare di Stabia

Coronavirus, positiva un magistrato di Castellammare del Tribunale di Torre Annunziata

Pubblicato

il

assolto pluripregiudicato dei Quartieri Spagnoli


Una giudice della sezione penale del tribunale di Torre Annunziata è positiva al coronavirus: scatta il protocollo di sicurezza. Domani sospesa parte dell’attività penale per la sanificazione.

 

“Carissimi Colleghi, È pervenuta comunicazione dall’ufficio di Presidenza del Tribunale che nel settore penale vi è un caso confermato di soggetto positivo al Covid-19. Nell’intento di tranquillizzare la classe, comprensibilmente preoccupata, Vi comunichiamo che siamo in contatto con il Presidente Aghina per cercare di ottenere rassicurazioni in merito alla adozione di tutte le misure di prevenzione e sanificazione necessarie a garantire la tutela del personale”. E’ la comunicazione che è girata ieri tra gli avvocati del tribunale Oplontino facendo scatenare il panico. Gli avvocati infatti chiedono la sospensione totale delle attività giudiziarie.

Ad essere positiva è un magistrato di Castellammare che si trova in isolamento ma suo mario, che è un avvocato, è ricoverato al Cotugno con febbre. L’ultima udienza del magistrato contagiata risale al 25 settembre scorso. Tutti i diretti contatti da alcuni giorni sono  in isolamento. Da venerdì sono in quarantena in attesa del tampone altri tre magistrati (due erano nel collegio insieme a lei), alcuni funzionari di cancelleria e i giovani tirocinanti. La presidentessa dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata, Luisa Liguoro, chiede di conoscere il nome del magistrato positivo e delle cancellerie in isolamento. “Con riferimento alla Sua nota con la quale comunica un esito di positività al Covid che coinvolge un Magistrato del settore penale, nel farci interpreti del disagio di moltissimi Avvocati del Foro ed anche di quelli che provengono da fuori e, dopo esserci confrontate anche con alcuni rappresentanti della Camera Penale di Torre Annunziata”: Si legge nella nota inviata al presidente del Tribunale. “Le rappresentiamo- scrive la Liguoro-qualche perplessità in ordine a due specifiche circostanze:

1) Sarebbe opportuno conoscere il nome del Magistrato, magari premurandosi di ricevere il suo consenso, affinché chi vi sia entrato in contatto nelle modalità descritte dall’Asl, possa ricorrere agli accertamenti diagnostici di rito. Allo stesso modo bisognerebbe rendere note le aule e le cancellerie interessate perché anche questo dato ha la sua rilevanza per gli Avvocati che le hanno eventualmente frequentate.

2) Considerata la inflessibilità da Lei mostrata sui protocolli adottati nell’ambito delle misure organizzative durante l’emergenza sanitaria, che pure hanno trovato un positivo e responsabile riscontro nella classe forense, La invitiamo a prendere in considerazione la possibilità di sospendere le udienze almeno per il solo giorno di lunedì, al fine di consentire non solo una tranquilla sanificazione degli Uffici interessati, ma anche per consentire a tutti gli operatori di conoscere se l’esito degli altri tamponi effettuati da chi è entrato in contatto con il magistrato in questione indicherà una evoluzione favorevole del contagio.

Certe che comprenderà le nostre fondate preoccupazioni nell’interesse della classe Le porgiamo cordiali saluti”.


PUBBLICITA

Castellammare di Stabia

Più Europa Castellammare sollecita il governo regionale sulla distribuzione dei vaccini antinfluenzali

Pubblicato

il

vaccini antinfluenzali

Più Europa Castellammare sollecita il governo regionale sulla distribuzione dei vaccini antinfluenzali.

Castellammare. Con un’interrogazione scritta , presentata dal consigliere regionale Fulvio Frezza, il gruppo stabiese di Più Europa ha sollecitato la giunta regionale della Campania rispetto alla distribuzione dei vaccini antinfluenzali presso le Asl Napoli 1 e Napoli 3. “Da giorni- commenta il dottor Francesco Somma- diversi cittadini lamentano di non essere riusciti a far il vaccino nonostante lo avessero richiesto . Per questo abbiamo chiesto al nostro consigliere di intervenire per chiedere chiarimenti e dare risposte ai cittadini che lo chiedono”. Ecco il testo del l’interrogazione :

Premesso che
la Campania è stata una delle prime regioni italiane a disporre la fornitura del vaccino antinfluenzale da parte dei distretti sanitari ai medici di base di Napoli e provincia per la somministrazione in favore delle categorie a rischio;
rilevato che a differenza di quanto registrato in passato, anche a causa delle preoccupazioni legate alla pandemia in corso, quest’ anno un numero più alto di cittadini ha fatto richiesta di giovarsi del vaccino antinfluenzale;
considerato che
l’ Associazione Italiana dei Medici di Famiglia (AIMEF) ha comunicato già ad inizio novembre l’esaurimento delle dosi di vaccino fornite ai propri aderenti, e che anche i farmacisti lamentano di averne terminato le scorte;
si interroga per sapere:
1) quali sono le determinazioni che il Presidente della Regione Campania intende assumere con riferimento alla situazione critica verificatasi nei quartieri Ponticelli-Barra, Scampia-Marianella (per l’Asl Napoli 1) e nella città di Castellammare di Stabia (per l’Asl Napoli 3) dove sono state fornite quote esigue di circa 10 vaccini a farmacia;
2) in quale maniera si intende procedere per dotare i medici di famiglia e le farmacie di un numero adeguato di dosi vaccinali che possano soddisfare l’ ingente richiesta proveniente dalla Cittadinanza atteso che il vaccino contro l’influenza di stagione si rivela in questa fase determinante nella misura in cui evita l’ingiustificato affollamento dei reparti di pronto soccorso dei presidi ospedalieri.

Continua a leggere

Le Notizie più lette