Aggiornato -

18 Agosto 2022 - 16:16

Aggiornato -

giovedì 18 Agosto 2022 - 16:16
HomeCronaca NeraOperazione "Biscotto", affari di droga, 4 arresti tra Eboli e Gragnano

Operazione “Biscotto”, affari di droga, 4 arresti tra Eboli e Gragnano

E’stata portata a termine l’operazione anti-droga Biscotto, dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Salerno e Napoli: i carabinieri del Comando Provinciale di Salerno con il supporto del Nucleo Cinofili di Sarno, stanno […]
google news

E’stata portata a termine l’operazione anti-droga Biscotto, dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Salerno e Napoli: i carabinieri del Comando Provinciale di Salerno con il supporto del Nucleo Cinofili di Sarno, stanno eseguendo un provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale di Salerno, nei confronti di 4 persone.

I 4 indagati (2 in carcere, 2 agli arresti domiciliari) risultano gravemente indiziati, a vario titolo, di “concorso in acquisto, detenzione, messa in vendita, distribuzione e commercializzazione di rilevanti quantità di sostanze stupefacenti”. Sono in corso le ricerche di un quarto uomo,Minor Taei Abdnbi (classe ’97), destinatario di misura cautelare in carcere, al momento irreperibile. Il provvedimento si fonda sui gravi indizi di colpevolezza acquisiti dalla Compagnia Carabinieri di Eboli nell’ambito di un’indagine svolta a partire dal mese di ottobre 2019.

L’indagine ha permesso di ricostruire l’esistenza di un articolato sodalizio criminale, già noto agli ambienti investigativi, con ruoli e competenze ben definite, dedito alla commissione dei suddetti delitti, con ingente disponibilità di stupefacente del tipo, hashish e marijuana, promosso e diretto Sami Ouarsan (classe ’81), detto “Biscotto”, cittadino marocchino da anni dimorante sul territorio italiano, inquadrato nell’ambiente dello spaccio di sostanze stupefacenti e capace di assicurarsi molteplici canali di approvvigionamento, soprattutto dall’hinterland napoletano, con la collaborazione di un amico e connazionale, deputato a ricevere gli ordinativi e a curare le consegne, nonché di due uomini, ora ai domiciliari, residenti a Gragnano, Giuseppe Nastro (classe ’45) e Carlo Langelotti (classe ’89), quest’ultimo, a sua volta, molto vicino agli ambienti criminali dei Monti Lattari. Intanto, sono stati segnalati numerosi assuntori di stupefacente: il fatturato dell’impresa criminale si aggirava intorno ai 30.000 euro.

Antonio Carlino
Antonio Carlino
Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Covid in Campania, 2.144 positivi, 4 decessi nelle ultime 48 ore

Nelle ultime 24 ore, si sono registrati 2.144 positivi al covid in Campania (2.035 al test antigenico e 109 al tampone molecolare). Dati che tengono...

Meteomar Napoli, previsioni oggi 18 Agosto : Mare Mosso

Il bollettino del Mare a Napoli Salerno e in Campania

Calciomercato Napoli, l’attore Esposito esulta e bacchetta i tifosi: “Chiedete scusa a De Laurentiis”

Calciomercato Napoli, il commento dell'attore Salvatore Esposito. Botti di mercato per il Calcio Napoli, che nelle ultime ore ha ufficializzato l'arrivo di Simeone dal...

Elsa, la bimba con gli arti deformati: ora comincia a sorridere

Per nove anni Elsa (nome di fantasia) e' stata un fantasma, completamente trascurata dai genitori, alimentata saltuariamente dai fratelli con latte e biscotti, e...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita