Aggiornato -

giovedì, Agosto 11, 2022

Aggiornato -

giovedì 11 Agosto 2022 - 13:25
HomeCronaca GiudiziariaGestione dei rifiuti in Cilento, fallimento della Yele Spa 14 indagati. I...

Gestione dei rifiuti in Cilento, fallimento della Yele Spa 14 indagati. I NOMI

Finisce la storia della società che si occupava della gestione dei rifiuti: una brutta pagina […]
google news

Finisce la storia della società che si occupava della gestione dei rifiuti: una brutta pagina per il Cilento e per la politica.

La Yele Spa è fallita. La sentenza dichiarativa del fallimento é stata resa il 5 novembre dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Vallo della Lucania. Finisce così, dunque, la tormentata storia della società pubblica che si occupava della gestione dei rifiuti in 49 comuni del Cilento.

Dopo anni di dispute politiche, vengono quindi confermati i timori di chi denunciava la difficile situazione economica della società. Inevitabilmente ora salirà la tensione politica e giudiziaria in tutto il Cilento, ma soprattutto a Vallo della Lucania. Il centro cilentano infatti non è soltanto la sede della fallita, ma è anche il Comune guidato da un’amministrazione fortemente coinvolta nelle vicende societarie della Yele Spa. La società fallita, presieduta dal 2010 alla fine del 2017 da Marcello Ametrano, assessore del Comune di Vallo della Lucania e consigliere provinciale in quota Cobellis, fu prorogata sul finire del 2014 scatenando forti polemiche. Recentemente, indagini e sequestri disposti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo hanno interessato la Yele Spa e il suo ormai ex presidente.

Il fallimento della società ha fatto scattare ulteriori indagini che hanno coinvolto molti amministratori coinvolti a vario titolo nella gestione della Yele Spa.

Intanto i lavoratori, oltre trenta, sono stati licenziati e molti Comuni ora dovranno vedersela con il curatore fallimentare nominato.

Resta il dubbio se la Yele Spa poteva essere salvata intervenendo prima che la situazione precipitasse, mentre é ormai, purtroppo, una certezza il duro colpo arrecato all’intero territorio cilentano.
Gli indagati:
Ametrano Marcello
Astone Alberto
Avella Massimiliano
Carbone Ciro
Celotto Gianfranco
Chirico Emanuela
Di Blasi Sergio
Falcione Gabriele
Gerardo Elena Anna
Manzi Antonio
Nuzzo Giampiero
Petillo Giovanni
Ronsini Giuseppe
Vitale Giuseppe

Antonio Carlino
Antonio Carlino
Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Allerta Meteo in Campania prorogata fino a domani sera

Allerta Meteo in Campania prorogata fino a domani sera È attualmente in vigore sulla Campania un'allerta meteo per piogge e temporali con livello di criticità...

‘Comunicatori’ al Comune di Napoli, Sugc e Odg della Campania: “Il bando va bloccato”

"Su mille nuove assunzioni al Comune di Napoli neanche una è prevista per l'ufficio stampa. Una scelta incomprensibile visto che da anni per questi...

Allevatore di bufale tenta il suicidio e scatta la protesta

Allevatore di bufale tenta il suicidio e scatta la protesta dei colleghi. Sarebbe stato un tentativo di suicidio di un allevatore che ha cercato di...

Ryanair annuncia fine biglietti a 10 euro: “Petrolio più caro”

Con l'impennata dei prezzi dell'energia, accelerata con la guerra in Ucraina, è finita l'era dei biglietti aerei a 10 euro o meno. Lo ha...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita