“Mia mamma ha il coronavirus, devo ritirare la sua pensione”. Ma l’affermazione, che ha seminato il panico in un ufficio postale, si è rivelata falsa e serviva solo per saltare la fila. E’ accaduto ad Acerra, dove una donna di 57 anni è entrata nella sede delle Poste in Corso della Resistenza, ma non volendo aspettare il proprio turno ha sostenuto ad alta voce di dover ritirare la pensione della madre allettata “perchè malata di coronavirus”. L’affermazione ha scatenato il panico tra i presenti, che hanno cominciato ad uscire dall’ufficio postale.

LEGGI ANCHE  Torre del Greco, 4 evasioni: finisce in carcere sorvegliato speciale

Nella sede di Corso Resistenza erano presenti anche due agenti della polizia municipale che da giorni stanno svolgendo il proprio lavoro per garantire le misure di sicurezza e di contenimento del contagio facendo rispettare le distanze tra i numerosi utenti. Dopo i dovuti accertamenti, i caschi bianchi hanno scoperto che nessuno dei familiari della donna é contagiato, ne’ in attesa di tampone, tantomeno la madre. La donna e’ stata denunciata per procurato allarme.

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Da Végé e associati 1,5 milioni tra cui i territori di Polla, di Avellino, donazioni alle Asl della Campania

Notizia precedente

‘Restiamo Assieme’, così gli imprenditori campani mettono in campo la solidarietà

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..