I giudici della corte d’assise di Roma hanno riconosciuto l’accusa di omicidio preterintenzionale in relazione al processo per la morte di Stefano Cucchi per cui erano sotto accusa 5 militari dell’Arma. Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro hanno avuto 12 anni. Il pm Giovanni Musarò aveva chiesto una pena di 18 anni. L’imputato-teste Francesco Tedesco è stato condannato a due anni e sei mesi per falso ed è stato assolto dall’accusa di omicidio preterintenzionale nel processo per al morte di Stefano Cucchi. Stefano Cucchi è morto in conseguenza del pestaggio subito nella caserma della Compagnia Casilina. Ne e’ convinta la prima corte d’assise di Roma che ha condannato due dei tre carabinieri per omicidio preterintenzionale. Il superteste del processo Cucchi e carabiniere sotto processo Francesco Tedesco è stato condannato a due anni e sei mesi per falso. Nei suoi confronti è stata pronunciata sentenza di assoluzione in relazione all’accusa di omicidio.preterintenzionale. Tre anni e otto mesi è la pena inflitta dalla prima corte d’assise di Roma al maresciallo Roberto Mandolini sempre per il reato di falso.

Contenuti Sponsorizzati