Castellammare. Mentre il centro città prende una boccata d’ossigeno dopo l’emergenza rifiuti la periferia affoga. È emergenza sanitaria, così come lamentano i frequentatori del parco sui Boschi di Quisisana . Rifiuti ammassati ovunque che invadano anche la carreggiata stradale . Segno che – scrivono i cittadini-“ne giovedì giorno in cui si ritirava l’indifferenziato ne venerdì gli addetti alla raccolta hanno imboccato la strada che porta ai Boschi di Quisisana. Un colpo all’occhio e un pugno allo stomaco per il degrado e il cattivo odore che complice il caldo forte è diventato insopportabile. “Anche questa è Castellammare ed è una vergogna che si spazzi l’ingresso della Reggia e non si provveda a rimuovere i cumuli che giacciono più su – lamentano i cittadini della periferia alta . Enormi sacchi neri e sacchetti di ogni colore da giorno si accumulano senza sosta . Ci sono – dicono i cittadini- pile di rifiuti che sovrastano perfino i muri di contenimento. Chiediamo all’assessore all’Ambiente e al sindaco di fare in modo che si intervenga con urgenza”.

LEGGI ANCHE  Vaccini, a Caserta nuovo open day per tutti gli over 50 della provincia
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Napoli: minaccia di uccidere la moglie davanti al figlia minorenne: arrestato cingalese

Notizia precedente

Torre del Greco, le opposizioni unite contro la ‘malamministrazione’ della maggioranza del sindaco Palomba

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..