Accusato di molestie sessuali sulla figlia si toglie la vita impiccandosi a un albero

Ha deciso di togliersi la vita perchè non ha resistito a quell’infamante accusa di abusi sessuali sulla figlioletta e su altri minori. E’ accaduto a Montao Antilia un piccolo comune del Cilento dove la vittima viveva da anni dopo il suo arrivo dalla Spagna. Era scomparso tre giorni fa dopo che era stato raggiunto da un provvedimento di allontanamento emesso dal Tribunale, sezione civile di Vallo della Lucania. Ieri mattina il 47enne che lavorava come operaio è stato trovato cadavere. Si è tolto la vita impiccandosi ad un albero in aperta campagna. Non vi è certezza che i due episodi siano collegati o che la decisione di compiere l’estremo gesto sia dovuto ad altre cause. Un segreto che l’uomo di porta con se nella tomba.

Contenuti Sponsorizzati