“Puntare sulla produzione birraia agricola e artigianale in Campania, attraverso misure finalizzate a sostenere lo sviluppo della coltivazione delle materie prime impiegate per la produzione della birra, la valorizzazione degli elementi di tipicità e qualità e l’implementazione di processi innovativi nelle lavorazioni dei prodotti. Una produzione che si avvarrà di strumenti di ricerca e di processi di miglioramento delle condizioni di produzione e trasformazione delle materie prime e dei loro derivati. E’ l’obiettivo della nostra proposta di legge, depositata in questi giorni, tesa a promuovere politiche a sostegno della agricoltura di qualità e del patrimonio agro-alimentare nel settore della produzione di birra agricola e artigianale. L’obiettivo sarà quello di agevolare in Campania la nascita di birrifici artigianali indipendenti, piccoli birrifici agricoli e microbirrifici, la cui produzione dovrà essere svolta esclusivamente sul territorio regionale”. E’ quanto annuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano.
“La Campania – sottolinea Cammarano – gode delle condizioni climatiche e naturali ottimali per la produzione di un prodotto come la birra artigianale. Attraverso questa legge agevoliamo la creazione di imprese agricole nel settore, con particolare riferimento a quelle a conduzione femminile e giovanile. Sarà così possibile dar vita a una vera e propria rivoluzione che comporterà un rilancio inevitabile del comparto agricolo sul territorio della nostra regione. Il testo ha, infatti, tra gli obiettivi lo sviluppo competitivo delle imprese della filiera agricola e artigianale e sarà accompagnato da misure che obbligano a una corretta informazione al consumatore, anche attraverso l’istituzione del portale regionale dei birrifici artigianali”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati