‘Cyrano Station’ al nuovo Teatro Sancarluccio per la regia di Roberto Ingenito

Con Alessandro Balletta, Fortuna Liguori e Gaetano Migliaccio, per la regia di Roberto Ingenito, è in scena al nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli, “Cyrano Station”. Tratto dal Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand, lo spettacolo è in scena da questa sera (giovedì primo marzo) fino a sabato 3 marzo alle ore 21.00 e domenica 4 marzo alle ore 18.00.
L’amore vive tra i versi dei poeti. Sui guanciali del loro risveglio. Nei pensieri che accompagnano al crepuscolo.
E se l’amore fosse la mera invenzione di un dio beffardo, un bluff, un modo per riempire pagine di libri, appesantire tavole di palcoscenico, giustificare torbidi di stomaco. Se fosse solo “parola”, o molto più semplicemente menzogna. Se fosse un ritornello scemo, tipo:“sole, cuore e amore”.
Insomma, se l’amore esistesse solo nella voce di chi, capace di raccontarcelo, ce lo facesse intendere vero e/o plausibile? Allora immaginiamo dei poeti, indossare le vesti di un guascone, e iniziare un viaggio, con tanto di fermate e capolinea. Virtuosi della parola, dall’inchiostro sopraffino, duelleranno in singolar tenzone a colpi di puntuta stilografica. Rilke e Rostand, o Rostand e Rilke, se preferite. E poi il bardo, declamato per errore o forse per amore. E ancora i turbamenti di Vitangelo Moscarda, di Kovalèv e Pinocchio. E poi un naso, grosso, “maledetto”, testimone di un amore impossibile ma terribilmente reale, emblema letterario della menzogna, ma anche rivelatore di verità. Dei poeti, dunque, e un naso. Un’ ispirata passeggiata tra le righe, i racconti, i versi di poeti profondamente innamorati o tremendamente bugiardi.

Il nuovo Teatro Sancarluccio si trova in via San Pasquale a Chiaia, 49 – Napoli
www.nuovoteatrosancarluccio.it – tel. 081 410 44 67

Regina Ada Scarico
Contenuti Sponsorizzati