Napoli, omicidio Gianluca Coppola: ergastolo per Felli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il sostituto procuratore di Napoli, Ivana Fulco, al termine della sua requisitoria davanti ai giudici della prima sezione Corte di Assise di Napoli, ha chiesto l’ergastolo per Antonio Felli.

il giovane è accusato dell’omicidio del 27enne Gianluca Coppola, ferito a morte a colpi di pistola, l’8 aprile 2021 a Casoria , e deceduto il successivo 18 maggio, nel reparto rianimazione del Cardarelli di Napoli.

Stessa pena e’ stata chiesta anche dagli avvocati di parte civile: il Comune di Casoria, la Fondazione Pol. I.S. e lo zio della vittima, Salvatore Coppola, al quale Gianluca era particolarmente legato.

    Per il legale dell’imputato, l’avvocato Dario Carmine Procentese, il movente dell’omicidio “rimane ancora ammantato dal mistero.Si e’ sempre voluto ritenere sussistente l’impronta mafiosa del gesto – ha sottolineato – che invece a nostro parere non c’é”.

    A Felli, che ha assassinato Coppola al culmine di una lite, viene contestato l’omicidio, il porto d’armi e le minacce. Nel decreto di fermo vennero anche contestati sia i futili e abietti motivi sia l’aggravante mafiosa che pero’ poi caddero davanti al gip.

    Come nelle precedenti udienze ha assistito al processo in video conferenza dal carcere dove e’ detenuto. Il 5 luglio 2021 Felli ha consentito agli inquirenti di ritrovare l’arma del delitto. Ai carabinieri si consegno’ a distanza di 22 giorni dal delitto, precisamente il 30 aprile 2021.

    La prossima udienza, fissata per il 14 luglio, sara’ incentrata l’arringa dell’avvocato difensore Dario Carmine Procentese. Nel febbraio 2021, l’avvocato di Felli, prese le distanze, insieme con la famiglia, dai video pubblicati sul social Tik Tok che celebravano il suo assistito. 




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Vietato ascoltare Radio Radicale al 41bis: denuncia di un detenuto

    Si parla molto delle normative penitenziarie europee che tutti i paesi devono rispettare. Onestamente, l'Italia dovrebbe fare lo stesso. Potrei elencare un numero infinito di violazioni di queste regole europee relativamente alla detenzione, ma mi trovo in regime di 41 bis e a nessuno sembra importare. Un detenuto incarcerato con il restringente regime 41bis lamenta nella missiva inviata a Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva, la sua impossibilità di iscriversi all'associazione Nessuno tocchi Caino, nonché...

    Salerno: sequestrati beni a 5 imprenditori per truffa ad Invitalia

    La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un sequestro conservativo di 5 unità immobiliari e 2 quote di partecipazione in persone giuridiche nei confronti di 5 imprenditori della provincia salernitana. Il provvedimento, disposto dalla Procura regionale per la Campania della Corte dei Conti, riguarda un'indagine su una presunta truffa ai danni di Invitalia, l'agenzia nazionale per lo sviluppo. Secondo gli accertamenti, gli imprenditori avrebbero illecitamente percepito contributi per oltre 950mila euro, rendicontando ad Invitalia spese...

    Pompei, sarà eliminato il passaggio a livello di via Crapolla

    Il passaggio a livello di via Crapolla a Pompei sulla linea Circumvesuviana sarà eliminato, dopo che negli ultimi giorni sono stati abbandonati una vasca da bagno e un frigorifero in quella zona. Sarà istituito un controllo con una guardia giurata 24 ore su 24. Questo è emerso da una riunione tenutasi questa mattina in Prefettura a Napoli, alla quale hanno partecipato Umberto De Gregorio, presidente di Eav, azienda del trasporto pubblico della Regione Campania che...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE