Operazione Paper Moon 2, sequestrati beni a esponenti della camorra che si erano infiltrati nel settore turistico a Rimini e dintorni




Operazione “Paper Moon 2” disarticolato il tentativo della campana di inserirsi nel settore turistico della Riviera Romagnola: 6 misure cautelari della Guardia di finanza.

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini, con la collaborazione dei colleghi di Avellino, Bari, Caserta, Forlì-Cesena, Milano e Napoli, hanno dato avvio, alle prime luci dell’alba di stamani (7 dicembre), ad una vasta operazione di polizia denominata “Paper Moon 2”, in Emilia Romagna ed in contemporanea in Campania, Puglia e Lombardia, che ha disarticolato il tentativo di soggetti di origine campana, quasi tutti pregiudicati, di insinuarsi nel settore turistico-ricettivo della provincia romagnola.

 

Oltre 50 militari della Guardia di Finanza, coordinati e diretti dalla Procura della Repubblica di Rimini con il supporto dei Reparti territoriali locali, stanno eseguendo un provvedimento del G.I.P. presso il Tribunale di Rimini con cui sono state disposte 6 misure cautelari personali, di cui 2 in carcere ed 1 ai domiciliari.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Il clan Contini aveva messo le mani sugli affari della Riviera Romagnola: 10 arresti

Ma anche il sequestro preventivo di beni dal valore complessivo di oltre 200 mila euro per i reati di associazione a delinquere, trasferimento fraudolento di valori, estorsione, usura, abusiva attività finanziaria, furto aggravato, detenzione abusiva di armi, favoreggiamento della prostituzione, simulazione di reato, falso ideologico del privato in atto pubblico, truffa. In corso anche 13 perquisizioni domiciliari e presso sedi di società.

@RIPRODUZIONE RISERVATA



Torre Annunziata, controlli green pass: un denunciato e 2 sanzioni

Notizia precedente

Lottizzazione abusiva in area vincolata nel Cilento: 5 indagati

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..