Portici strisce pedonali

Portici strisce pedonali finiscono le aiuole, il commento negativo di Alessandro Caramiello

A Portici strisce pedonali terminano nell’aiuola. Caramiello: “Operato dell’amministrazione incommentabile”

Sollecitati da diversi cittadini della zona di Via Martiri di Via Fani, famiglie con bambini, disabili, il Movimento 5 Stelle guidato da Alessandro Caramiello è tornato in via Martiri di via Fani. Questa volta per documentare come le strisce pedonali – recentemente realizzate – sono praticamente inutilizzabili, siccome terminano direttamente nell’aiuola.

Portici strisce pedonali

Ovvero, per i cittadini, l’unica possibilità per attraversare in sicurezza sarebbe quella di lanciarsi, letteralmente, nelle piante, o in alternativa proseguire in strada. “Ci hanno segnalato che le strisce pedonali in via Martiri di Via Fani terminano nel verde pubblico. Lavori che dovevano essere effettuati ai tempi delle universiadi.

Abbiamo documentato come le segnalazioni, incredibilmente, corrispondano al vero: è praticamente impossibile attraversare perché, chi ha realizzato i lavori, non ha considerato un passaggio pedonale nel verde pubblico – spiega Caramiello -. Ci chiediamo una mamma con un passeggino o un disabile, in che modo dovrebbero attraversare. Ci chiediamo anche come abbia fatto l’amministrazione comunale a non accorgersi, o ad ignorare, una cosa simile”.

LEGGI ANCHE  Ancora problemi a Sarno, fango a Episcopio: il sindaco chiede lo stato di calamità

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: A Portici tenta rapina a ristorante giapponese: arrestato 41enne

Dunque, un caso davvero singolare quello di via Martiri di via Fani, dove i cittadini per attraversare sono costretti a lasciare le strisce pedonali e prosegue in strada, con il rischio di essere investiti. Una situazione che diventa ancora più complessa se si considera come, proprio in questa strada si sono verificati numerosi incidenti stradali, alcuni anche gravi, negli ultimi anni.

“L’assessore al ramo dove è quando si effettuano lavori a Portici? Viene naturale domandarsi se abbia mai eseguito un sopralluogo – prosegue Caramiello – noi siamo per il verde pubblico, ma con una progettualità che in questo caso è totalmente assente”.


Di Chiara Carlino

Ti potrebbe interessare..