Seguici sui Social

Calcio Napoli

Il Napoli travolge la Roma nel segno di Maradona

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Il Napoli vince nel segno di Maradona battendo la Roma, nella nona giornata di serie A, con un pesante 4-0 al San Paolo, che ha reso omaggio al campione argentino.

Nel primo tempo rete capolavoro su punizione di Insigne al 31′ (che ha dedicato la rete a Maradona baciando la maglia biancoceleste a strisce verticali a lui dedicata). Nella ripresa il Napoli dilaga con Fanian Ruiz al 63′, Mertens all’81’ e Politano all’86’. Per la Roma si tratta della prima sconfitta sul campo in campionato.

Roma subito aggressiva, al 2′ Pedro riceve palla dal limite e prova il tiro a giro che termina alto. All’11’ Lozano va sul fondo e scarica al centro per Mertens che cerca il secondo palo, alto. Al 20′ incursione di Zielinski, conclusione debole del polacco preda di Mirante. Napoli in pressione, al 23′ Insigne per Mertens, Cristante spazza in angolo. Alla mezz’ora ripartenza del Napoli con Mertens, Ibanez ferma con un fallo il belga prima dell’ingresso in area, della punizione da posizione defilata si incarica Insigne che con un gran tiro a giro insacca alle spalle di Mirante. Il capitano azzurro corre verso la panchina e in segno di omaggio prende tra le mani una maglia col n.10 di Maradona e la bacia. Al 35′ ci prova Lozano, palla deviata in angolo. Problema muscolare per Mancini che esce, al suo posto Juan Jesus. Al 43′ padroni di casa vicini al raddoppio, Mertens riceve un passaggio profondo e cerca il secondo palo ma Mirante si distende salvando la sua porta.

LEGGI ANCHE  Il ministro Spadafora: 'Le parole di Gattuso esempio per i giovani a non arrendersi mai'

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Insigne segna e bacia la maglia di Maradona

Insigne depone due mazzi di fiori sotto le due curve dello Stadio di Napoli e sotto le immagini di Maradona.

Si infortuna anche Veretout che resta negli spogliatoi, al suo posto Villar. La ripresa comincia con una sortita del Napoli, Lozano tenta la conclusione da posizione defilata con il portiere giallorosso che gli chiude lo specchio. La Roma tenta di reagire alzando il suo baricentro, ci prova Dzeko con un tiro al volo tra le braccia di Meret. Al 64′ ripartenza Napoli con Insigne che serve al limite Fabian Ruiz che di sinistro trova l’angolino basso alla sinistra di Mirante: 2-0 Napoli. Cambio nel Napoli, dentro Politano per Lozano. Ancora la squadra di Gattuso, al 70′ conclusione da lontano di Insigne abbondantemente fuori. Nella Roma esce Dzeko per Carles Perez. Reazione della squadra ospite con una incursione di Pellegrini con una staffilata che sorvola la traversa. Karsdorp fa sponda per Perez, il tiro è deviato da un difensore in angolo. Cambio per i partenopei, entra Elmas, out Zielinski. Nella Roma Mayoral per Pellegrini. All’81’ il Napoli cala il tris, dopo un tiro da fuori di Elmas Mirante respinge ma è in agguato Mertens che ribadisce in rete. All’86’ la quarta marcatura della squadra di Gattuso, Politano prende palla al limite, dribbla due difensori e a tu per tu col portiere lo scarta depositando in porta il pallone del 4-0


Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Meret: ‘E’ bello essere un calciatore del Napoli’

Pubblicato

il

Il portiere del Napoli, Alex Meret ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli

“Spero in un 20121 più positivo come squadra e il ritorno dei tifosi allo stadio molto importanti per noi, continuità non guasterebbe. Sono contento del percorso che sto facendo. Il gol Babayoko a Udine è stato importantissimo perché ci ha permesso di ritrovare la vittoria e per ripartire al meglio in campionato e trovare la continuità. Aver perso calciatori importanti per un periodo è stato sicuramente un danno ma ora li stiamo recuperando e andiamo avanti. Non esistono gare facili in Italia e anche contro l’Empoli abbiamo creato tanto, loro hanno trovato due bellissimi gol. Sul primo ero coperto dai miei compagni. Certi i miracoli si possono fare sempre”.

L’estremo difensore del Napoli intervistato dal direttore Walter De Maggio ha anche parlato del pranzo di ieri di tutta la squadra in un ristorante di Ercolano.  “E’ stata una bella occasione- ha detto- per stare insieme e da oggi abbiamo subito ripreso a lavorare. E’ un momento complicato e adattarci alla situazione che stiamo vivendo perché non non c’è molto tempo per recuperare e preparare al meglio la gara successiva. Contro la Fiorentina faremo sempre il nostro gioco anche se ha calciatori di qualità. Nella fase offensiva- ha spiegato Meret- dobbiamo essere più cattivi sotto porta. Involuzione dopo la sconfitta con l’Inter? E’ stata immeritata, abbiamo fatto una grande partita così come contro lo Spezia.  Contro la Juventus sarà una grandissima sfida, ma noi daremo di tutto per dare un’altra gioia ai nostri tifosi. Vincere con continuità ti dà molta fiducia e noi la dobbiamo ritrovare dopo le ultime gare. Giocare senza pubblico è molto triste e non avere i tifosi allo stadio fa un effetto negativo. Speriamo che tornino presto. L’affetto dei tifosi del Napoli è particolare- ha concluso- e fa grande piacere ed è bello essere un calciatore del Napoli. Le critiche? Bisogna vivere le situazioni belle e brutte con equilibrio e concentrarsi sul lavoro. Italia? Ha fatto molto bene negli ultimi due anni e agli Europei possiamo dire la nostra”.

LEGGI ANCHE  Rider aggredito a Secondigliano: verifiche della Procura sui promotori della raccolta fondi
Continua a leggere

Le Notizie più lette