Il 2019 è stato, sicuramente, un anno pieno di sorprese per il calcio mondiale. Chi se lo sarebbe mai aspettato che, all’ultimo mondiale di calcio, fosse una nazione come la Croazia ad arrivare in finale? Chi si aspettava che l’Italia non raggiungesse nemmeno le fasi a gironi dello stesso campionato? Insomma, di sorprese ce ne sono state a bizzeffe ma, nel 2019, la situazione non è cambiata, anzi, sembra essersi solo resa più interessante. Nel corso degli anni, si sono visti giocatori provenire da ogni estrazione e da ogni club, dalla Juvenuts, dal Real Madrid, addirittura dal Venezia Calcio.

 

Quel che è certo è che lo spettacolo che questi ragazzi portano in campo per 90 minuti è sempre unico ed assolutamente rispettabile. Ma quale è stata la nazionale che più di tutte ha dato spettacolo ed ha più vinto lo scorso anno? In questo articolo si cercherà di dare una risposta a quest’amletica domanda.

La prima in classifica del ranking FIFA: il Belgio

A sorpresa, per la prima volta nella sua storia, il Belgio occupa il primo posto nel ranking FIFA. Il motivo è semplice, la squadra fiamminga ha conquistato, in Russia nel 2018, la sua miglior prestazione ai mondiali di calcio conquistando il terzo posto finale. La qualificazione per gli Europei 2020 è stata un cliché di goal su goal che hanno permesso al tricolore del Nord Europa di ottenere 10 vittorie su 10 partite. Una squadra, quella del Belgio, che può far leva su di una quantità pressoché infinita di talenti giovani e giovanissimi provenienti dalle maggiori squadre europee e non solo.

Alcuni di loro, infatti, sono delle stelle del calcio belga che, come si sa, non è che sia esattamente il miglior esempio di questo sport a livello europeo. Molto spesso, infatti, il campionato fiammingo è considerato una competizione di Serie B. Il Belgio, comunque, si impone nel Gruppo I con 40 goal segnati ed appena 3 subiti, numeri da capogiro che dimostrano come questi ragazzi si siano davvero meritati il primo posto nel raking.

Dalle ceneri risorge la fenice brasiliana

Il Brasile ritorna ad occupare le posizioni che contano nel ranking FIFA dopo aver trascorso molti anni nel dimenticatoio del calcio. Nel 2018, infatti, il Brasile non è riuscito nemmeno ad occupare il posto riservato ai migliori quattro del mondo venendo eliminato ai quarti di finale proprio dal Belgio. Un campionato, quello mondiale, che non arride al team sudamericano da, ormai, 10 anni quasi. Il ricordo di quel Germania – Brasile finito con un becero 7 ad 1 per i successivi campioni del mondo è ancora impresso nella mente dei tifosi e dei giocatori della nazione verde ed oro.

Il Brasile, comunque, conquista una sudata Copa América andando a vincere 2 partite ed ottenendo un pareggio su 3 partite alla fase a gironi distruggendo, poi, il Perù, altra sorpresa del calcio mondiale, per 3 ad 1 in finale.

L’Italia da record di mister Mancini

A proposito di riprese storiche, non è possibile non citare l’escalation fatta dall’Italia dal 2018 in poi. Un anno tetro quella della nazionale azzurra che l’ha vista venir scartata dalla selezione per partecipare ai mondiali di calcio di Russia 2018. Le qualificazioni stesse al massimo campionato erano state blande, piene di inciampi e di errori madornali. Non era possibile che i 4 volte campioni del mondo condurre un andamento simile. Lo ha capito bene il nuovo mister della nazionale, Roberto Mancini.

Le qualificazioni ad Euro 2020 sono state l’occasione di svolta. L’Italia vince tutte e 10 le partite concludendo l’esperienza con 37 goal messi a segno e solo 4 goal subiti. Un girone, quello dell’Italia, non particolarmente preoccupante ma, in ogni caso, un record di vittorie consecutive così lungo non si era mai visto nella storia dei calciatori Azzurri