Prende il via giovedì 10 ottobre la terza edizione del Festival Spinacorona ideato e diretto da Michele Campanella

A dare il via alla terza edizione del Festival Spinacorona sarà quest’anno, (giovedì 10 ottobre alle ore 12) il concerto-prologo di Giuseppe Gibboni in una delle perle nascoste di Napoli, la Cappella Real Manso di via Nilo; antica istituzione napoletana nata nel 1608 per volere del Marchese di Villa, Giovan Battista Manso di Scala per assicurare gratuitamente un’istruzione ai figli delle famiglie patrizie napoletane decadute. La Cappella che fa parte del Real Monte Manso di Scala, recentemente e finemente ristrutturata dopo un abbandono di lunghi anni, è oggi un luogo bellissimo e ricco di opere d’arte. In questa splendida cornice sarà il giovanissimo violinista Giuseppe Gibboni già premiato al Concorso Internazionale di violino George Enescu di Bucarest e unico concorrente italiano ad aver partecipato all’ultima edizione del concorso di violino Niccolò Paganini, a dare il via alla terza edizione del Festival con il Concerto Prologo che vede in programma di Niccolò Paganini dai Ventiquattro Capricci per violino solo (1802 – 17) a The Last Rose of Summer di Heinrich Wilhelm Ernst. Al prologo di Giuseppe Gibboni farà seguito nella stessa giornata di giovedì 10 ottobre (ore 21.00) il GRANDE CONCERTO INAUGURALE DELLA TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL e che vedrà protagonisti nella chiesa di San Paolo Maggiore Michele Campanella e l’Orchestra della Toscana con l’esecuzione dei Concerti n° 2 e n° 4 di Ludwig van Beethoven. Secondo appuntamento del ciclo dei Concerti di Beethoven iniziato lo scorso anno nell’ambito del sodalizio artistico tra il Maestro Michele Campanella e l’Orchestra della Toscana che prevede nell’ambito di Spinacorona l’esecuzione integrale dei concerti per pianoforte e orchestra di Beethoven
Il Concerto inaugurale del Festival (giovedì 10 ottobre ore 21.00 ingresso libero) che avrà come quinta le straordinarie opere d’arte della Basilica di San Paolo Maggiore tra cui l’Angelo custode di Domenico Antonio Vaccaro, una delle più importanti sculture napoletane del XVIII secolo vede in programma il Concerto per pianoforte n 2 di Beethoven considerato tra i migliori componimenti per pianoforte che fu eseguito in prima esecuzione al Burgtheater di Vienna ed ebbe Antonio Salieri come direttore d’orchestra e Ludwig van Beethoven come pianista. Nella seconda parte del programma il Concerto n° 4 altro capolavoro della produzione del musicista anch’esso in prima esecuzione (22 dicembre 1808 Teatro An der Wien di Vienna) aveva al pianoforte il suo compositore.

Regina Ada Scarico
Contenuti Sponsorizzati