Napoli, il consiglio comunale affida all’Abc la gestione della falda di Bagnoli

Il Consiglio comunale di Napoli ha approvato la delibera che prevede l’affidamento ad ABC (Acqua Bene Comune) dell’impianto di trattamento delle acque di falda di Bagnoli Coroglio. Il provvedimento e’ passato con appello nominale con 20 voti favorevoli e 1 astenuto. A illustrare la delibera e’ stato l’assessore all’Ambiente, Raffaele Del Giudice. La delibera prevede l’affidamento ad Abc per il periodo di proroga dell’Accordo di programma relativo alle funzioni di custodia giudiziaria dinamica disposta dal Tribunale di Napoli nelle aree ex Ilva ed ex Italsider che sono oggetto di sequestro giudiziario. “L’atto – ha spiegato che Del Giudice – ha una valenza ambientale particolarmente importante per l’impianto che consente la depurazione a terra e anche perché affida ad Abc la gestione dell’hub idrico di Bagnoli, senza alcun onere per il Comune”. Critiche le opposizioni secondo cui l’atto presenta – come detto dal consigliere del M5s Brambilla – “aspetti poco chiari che neanche le riunioni di commissione svolte sono riuscite a chiarire; in particolare, quello relativo al tipo di rapporto di lavoro che si avr° con i due lavoratori della ex Bagnolifutura e quello degli atti da adottare rispetto alla gestione di Abc dell’altro impianto di Bagnoli” Soddisfazione invece dalla maggioranza che con il consigliere di Agora’, Nino Simeone ha definito l’atto “un’operazione importante per completare il ciclo integrato delle acque sebbene – ha sottolineato – resta la domanda su cosa accadrà dopo il 31 dicembre 2019 ai lavoratori che attualmente sono addetti all’impianto”. Nella replica, l’assessore Del Giudice ha rivendicato il merito dell’amministrazione di non lasciare “congelati i due lavoratori riaprendo per loro, all’interno delle partecipate, la possibilita’ di una collocazione. Quanto ai lavoratori interinali, che non rientrano specificamente in questa delibera – ha proseguito – l’amministrazione ha intrapreso le necessarie iniziative affinche’ continuino il loro lavoro a salvaguardia della barriera idraulica”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati