foto di repertorio


I giudici del Tribunale del Riesame hanno stabilito che dovranno restare in carcere  i cinque ex dipendenti dell’ (estraneo alla vicenda) di accusati di aver drogato e violentato una turista inglese nella notte tra il 6 e il 7 ottobre 2016. I giudici hanno rigettato gli appelli presentati dai difensori degli indagati avevano chiesto gli arresti domiciliari per i rispettivi assistiti. Le motivazioni del provvedimento saranno rese note nei prossimi giorni.di , di Portici, Gennaro Davide Gargiulo di Massa Lubrense, e Francesco Ciro D’Antonio entrambi di Torre del Greco e di Vico Equense sono in carcere dal 14 maggio scorso, mentre altri tre presunti partecipanti alla squallida orgia sono indagati a piede libero. Grazie all’individuazione del profilo del Dna sono stati individuati in un secondo momento e hanno evitato il carcere. Si tratta di Catello Graziuso di Castellammare di Stabia, Vincenzo Di Napoli di e Francesco Guida di Sant’Agnello. Agli avvocati non resta che la carta della cassazione per cercare di riportare quanto meno agli arresti domiciliari i loro assistiti. Due settimane c’è stato l’incidente probatorio davanti al gip del Tribunale di Torre Annunziata, Emma Aufiero , nel corso della quale la donna di Kent in Inghilterra ha confermato in un drammatico faccia a faccia  le accuse nei confronti dei suoi stupratori.



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..