Napoli lavoratori in nero in una cornetteria ai Colli Aminei

Napoli. Ancora un sabato sera di controlli da parte...

Capodrise, l’assassino della mamma: “Sono pentito”

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ stato arrestato dalla Polizia, su disposizione della magistratura di Santa Maria Capua Vetere, il 29enne Francesco Plumitallo, che stamattina ha strangolato in casa a Capodrise  la madre, la 54enne Patrizia Lombardi Vella, ed ha poi avvisato il 113 di ciò che aveva fatto.

PUBBLICITA

Portato in Commissariato, è stato interrogato dal pubblico ministero Giacomo Urbano che ne ha disposto l’accompagnamento al carcere di Santa Maria Capua Vetere per omicidio volontario. Negli uffici del Commissariato, il 29enne, in lacrime, ha spiegato di aver ucciso la madre in seguito ad un raptus e ad un profondo stato di confusione mentale, che gli era stato provocato dalla circostanza di non aver preso le medicine prescritte dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl da un psichiatra di Marcianise presso cui è in cura. ”

Non ho capito più nulla, sono pentito” ha detto il giovane. Plumitallo (difeso dagli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo) ha anche ammesso di aver avuto in passato gravi problemi di tossicodipendenza, ma di esserne uscito.

Sembra che a provocare la reazione del giovane sia stata la richiesta della madre di prendere le medicine, cui il 29enne ha risposto picche. Non è emerso al momento che ci sia stata una lite tra madre e figlio come accaduto altre volte, ma di certo il 29enne ha colto di sorpresa la madre, forse alle spalle, strangolandola.

La donna era la sorella di don Gianni Vella, vicario generale della Diocesi di Caserta. Don Gianni, appena avuta la notizia, è andato sul posto, in via Santa Maria Degli Angeli. Il prelato, dicono alcune persone che gli sono vicine, è sotto choc.


3 Commenti

  1. È veramente triste sentire di queste cose. È importante prendersi cura della propria salute mentale, soprattutto quando si seguono dei trattamenti. Mi spiace per la mamma e per il dolore che ha provato.

  2. Non riesco a capire come qualcuno possa arrivare a tanto. Spero che il ragazzo riceva l’aiuto di cui ha bisogno e che possa riflettere seriamente sulle sue azioni.

  3. È inaccettabile che una situazione del genere possa verificarsi. Mi chiedo se ci fossero segnali premonitori di questo comportamento. È importante che chiunque abbia problemi mentali riceva la giusta assistenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE