“La situazione al è stazionaria, abbiamo un numero di occupati intorno al 60%. Si conferma il calo della tensione ma oltre il 92% delle persone ricoverate da noi sono non vaccinate: si vede chiaramente l’importanza del vaccino.

C’è un calo dell’immunità nel tempo, questo avviene con molti vaccini che richiedono un richiamo. Non abbiamo avuto casi gravi di reinfezioni a soggetti con due dosi, quindi una certa copertura rimane.

ADS

Ma c’è esigenza di terza dose per alcune persone. Dobbiamo evitare ricadute nell’emergenza che, come vediamo in altre parti del mondo, può avvenire. Vaccinarsi ma continuare anche a fare attenzione con mascherine e distanziamenti”, ha dichiarato , direttore dell’Azienda ospedaliera dei Colli di Napoli, intervenendo su Radio Crc.



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Assunzioni di personale Ata con titoli falsi nelle scuole in Veneto: decine di indagati

Notizia precedente

Sgomberate le villette dei Casamonica a Roma: andranno ai carabinieri

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..