Pompei



Si era presentato ad un bar posto a ridosso del santuario di Pompei, si era accomodato al tavolino e aveva consumato un caffe’.

Ma al momento del pagamento, aveva preteso di consegnare un euro invece dei due previsti per il servizio. Al rifiuto del dipendente incaricato, l’aveva prima minacciato di ”spaccargli la faccia” e poi l’aveva aggredito, colpendolo al viso con una serie di schiaffi. A due mesi dall’accaduto, la svolta: questa mattina infatti personale del commissariato di polizia di Pompei ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina.

LEGGI ANCHE  Turista scippato a Pompei, dopo 2 anni preso anche il complice

Destinatario G.D.M. (queste le iniziali dell’uomo), pluripregiudicato accusato di tentata estorsione e lesioni personali aggravate: e’ stato sottoposto all’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. Stando alle indagini condotte dai poliziotti, l’uomo sarebbe l’autore dell’aggressione avvenuta lo scorso 4 giugno.


Google News

Vaccini: 68,7 milioni le dosi somministrate in Italia, 32,5 milioni gli immunizzati

Notizia precedente

Napoli, giovane calciatore muore per un sarcoma a 25 anni: la famiglia dona fondi al Pascale

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..


Ti potrebbe interessare..