A Salerno controlli nella movida: oltre 7mila persone identificate.

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Salerno controlli nella movida nell’ultimo week end con oltre 7mila persone identificate.

Sono stati intensificati i controlli delle forze dell’ordine nel weekend a Salerno e provincia, in particolare nelle zone maggiormente frequentate dalla “movida” e per verificare sul rispetto delle regole previste dalla cosiddetta zona bianca.

I servizi di vigilanza sono stati svolti negli spazi aperti al pubblico e nei luoghi di maggior aggregazione della provincia, attraverso l’ordinanza del questore della provincia di Salerno, in perfetta intesa con i comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e con il contributo dell’Esercito Italiano e delle polizie locali, in particolare con la Polizia municipale di Salerno e con la Polizia provinciale.

L’attività specifica suindicata delle forze dell’ordine è stata concentrata ad impedire assembramenti, far osservare i comportamenti previsti dalla normativa anti Covid-19 ed evitare possibili episodi di degenerazione della movida, analoghi a quelli registrati negli scorsi weekend. Nell’esecuzione del piano di intervento interforze sono stati controllati 7.624 persone, 4.067 veicoli e 1.143 esercizi pubblici.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid in Campania, torna a crescere l’occupazione dei posti letto

    Nei centri storici è stata predisposta la presenza di pattuglie, anche in borghese, di tutte le forze dell’ordine, per evitare il verificarsi di comportamenti illegali che possano sfociare in risse. I servizi specifici a tutela della sicurezza della movida e della prevenzione della diffusione del contagio sono continuati anche nella giornata di oggi, domenica 27 giugno, con particolare intensità nella fascia oraria serale.






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE