Seguici sui Social

Cronaca Campania

Emergenza sangue in Campania. Tanti donatori dopo l’appello di Borrelli e Simioli

Il dottor Vacca del centro trasfusionale: “I donatori dovrebbero essere inseriti tra le categorie prioritarie del vaccino anti-covid, così si incentivano le donazioni.”

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Emergenza sangue in Campania. Grande affluenza di donatori al Cardarelli dopo l’appello di Borrelli e Simioli.

Il dottor Vacca del centro trasfusionale: “I donatori dovrebbero essere inseriti tra le categorie prioritarie del vaccino anti-covid, così si incentivano le donazioni.”

Grande affluenza di donatori di sangue nella mattinata del 13 gennaio al Cardarelli dopo l’appello e l’invito del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che ha egli stesso donato il sangue, e del conduttore radiofonico Gianni Simioli per contrastare la carenza di sangue nelle emoteche delle strutture sanitarie campane a causa del calo drastico di donazioni dovuto alla pandemia.

“Io sono un donatore abituale ed oggi sono venuto qui per lanciare un appello a donare, c’è bisogno di sangue. Se si vuole guardare la cosa anche in maniera egoistica c’è da dire che chi effettua una donazione di sangue riceve un check-up completo del sangue, sono analisi che normalmente dovrebbe pagare.”- dichiara il Consigliere Borrelli

LEGGI ANCHE  Cardarelli, l’Associazione Gruppo Dirigenti Fiat dona una barella di bio-contenimento e un sanificatore portatile

“Donare il sangue può salvare la vita delle persone ed inoltre consente il normale svolgimento degli interventi sanitari, solo una piccola percentuale del sangue che abbiamo in Campania proviene da donatori del nostro territorio, c’è da riflettere. Bisogna donare, fatelo tutti, chi può, facciamo questo atto d’amore verso il prossimo. Per incentivare le donazioni proponiamo l’inserimento dei donatori tra le categorie prioritarie per il vaccino anti-covid. ”- prosegue Borrelli insieme a Gianni Simioli.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/presi-due-pusher-al-rione-traiano/

“Il piano sanitario nazionale prevede che i donatori di sangue siano tra quelle categorie inserite nella lista di priorità per quanto riguarda il vaccino anti-influenzale, e quindi si potrebbe benissimo traslare questa situazione per il vaccino contro il covid. I donatori, assieme alla categorie degli operatori sanitari, sono tra quelle persone ritenute strategiche ed essenziali per la salute pubblica.”- spiega il dottor Vacca, responsabile del centro trasfusionale del cardarelli, che è anche intervento in diretta telefonica a La Radiazza


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Campania

Medici senza carriere: il 2021 sia l’anno della tutela della salute pubblica in Campania

Pubblicato

il

foto da google

Medici senza carriere: il 2021 sia l’anno della tutela della salute pubblica in Campania

Siamo arrivati all’anno 2021 e la criticità del mancato ricambio generazionale di medici di famiglia a Napoli e in Campania aumenta, poiché tanti medici sono andati e stanno andando in pensione. Siamo in corso di assegnazione degli ambiti carenti di medicina generale dell’anno 2019. Rispetto agli scorsi anni c’è stato un lieve miglioramento, dato che è la prima volta che tra assegnazione per trasferimento e assegnazione per graduatoria passa poco più di un mese, a differenza degli anni scorsi che la procedura di assegnazione è durata anche sette mesi. Di questo ringraziamo la Dott.ssa Anna Maria Ferriero, Dirigente Regionale e responsabile dell’attuazione del piano regionale di assistenza sanitaria territoriale”, la quale sta lavorando affinché Regione Campania diventi una regione adempiente nella pubblicazione e assegnazione degli ambiti carenti di medicina generale ai sensi dell’Accordo Collettivo Nazionale (ACN) della Medicina Generale.

Il lavoro della Dott.ssa Ferriero sta dimostrando ciò che noi, Medici senza Carriere, abbiamo sempre sostenuto: che i ritardi sono dovuti ad una cattiva volontà nel pubblicare e assegnare gli ambiti carenti di medicina generale, per motivazioni che sono tutt’ora poco chiare poiché vanno a danno di coloro che l’ente regionale dovrebbe tutelare, cioè i Cittadini e la Loro Salute.

Ci auguriamo che ora, anche con lo strumento della piattaforma digitale che noi, Medici senza Carriere, abbiamo proposto lo scorso anno, insieme all’ex consigliera regionale Antonella Ciaramella, alla dirigenza della Direzione della Tutela della Salute e Coordinamento del Sistema Sanitario regionale di Regione Campania, l’iter procedurale abbia una netta accelerazione e che entro la fine di marzo si recuperi la pubblicazione degli ambiti carenti dello scorso anno insieme alla pubblicazione degli ambiti carenti dell’anno in corso. La piattaforma digitale che noi, Medici senza Carriere, siamo riusciti ad ottenere, potrà consentire di pubblicare e assegnare i posti che si renderanno disponibili nel corso dell’anno proprio come è normato nell’ACN della Medicina Generale 21 giugno 2018, così come è stato richiesto dai consiglieri regionali Giovanni Porcelli e Severino Nappi, con cui siamo in perenne contatto e con cui abbiamo un rapporto di collaborazione. Ci auguriamo che il 2021, quindi, sia l’anno della reale tutela della Salute dei Cittadini in Campania, in particolar modo per l’assistenza medica territoriale, affinché nessun cittadino napoletano e campano debbano lamentare la mancata assistenza per lo scarso numero di medici di medicina generale sui territori. Se così non fosse saremo costretti, insieme alle associazioni dei Cittadini ad azioni concrete, fino ad anche all’occupazione delle sedi di organi istituzionali preposti alla tutela della Salute Pubblica, che per anni hanno omesso di ottemperare alla loro funzione.

LEGGI ANCHE  Sangue infetto, pensionata napoletana risarcita con 220mila euro

Condividi:

Continua a leggere

Le Notizie più lette