Seguici sui Social

Castellammare di Stabia

Castellammare, pregiudicati in giro di notte nonostante i divieti: 3 arresti e 9 denunce

PUBBLICITA

Pubblicato

il

foto da sala stampa carabinieri napoli

Castellammare, pregiudicati in giro di notte nonostante i divieti: 3 arresti e 9 denunce.

Servizio di controllo del territorio a Castellammare di Stabia disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli. I Carabinieri della locale compagnia hanno setacciato le strade della città. I controlli – effettuati in orario notturno, dalle 21 in poi – avevano come obiettivo la lotta all’illegalità diffusa e la verifica del rispetto delle norme anti-contagio.
Arrestato – su provvedimento emesso dal tribunale di Torino – Vincenzo Marcelluzzi, 52enne originario di Gragnano già noto alle forze dell’ordine. L’uomo dovrà scontare 7 mesi di reclusione per violazioni degli obblighi di assistenza familiare.

I Carabinieri della sezione radiomobile hanno invece arrestato per evasione Luca Maragas, 26enne di Castellammare già noto alle forze dell’ordine. I militari lo hanno notato passeggiare per strada e lo hanno bloccato e

LEGGI ANCHE  Napoli, i conducenti di scuolabus protestano in piazza

arrestato. A finire in manette per tentato furto aggravato anche Carmine Cuomo, 36enne – sempre di Castellammare – già noto alle forze dell’ordine. Ha tentato di infrangere con un paletto di ferro la vetrina di un negozio in via amato ma fortunatamente i Carabinieri erano lì vicino e lo hanno visto. Ha provato a sfuggire ma i militari lo hanno bloccato e arrestato. Il 36enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Durante la notte sono stati controllati 26 veicoli e identificate 33 persone. 9 contravvenzioni al codice della strada. Sanzionati anche 9 cittadini che, in giro nonostante le limitazioni imposte dalle recenti normative anti- contagio, non avevano un valido motivo per essere in strada.


Continua a leggere
Pubblicità

Castellammare di Stabia

Castellammare, festa dei lavoratori Meridbulloni: il gruppo Vescovini rileva la fabbrica

Il gruppo si è impegnato ad assumere tutti i lavoratori entro il 1 febbraio

Pubblicato

il

Hanno festeggiato  con cori e slogan gli operai Meridbulloni, in presidio fuori al sito di Castellammare di Stabia. 

C’è stato infatti l’annuncio dell’interesse, da parte del gruppo imprenditoriale Vescovini, di rilevare la fabbrica e assumere tutti i lavoratori entro il 1 febbraio. L’azienda aveva imposto il trasferimento a Buttiglieria Alta, in provincia di Torino, a 81 dipendenti per evitare il licenziamento. Il nuovo gruppo, invece, che avrebbe detto di voler rilevare la fabbrica, permetterebbe la permanenza sul territorio dell’azienda e, quindi, dei lavoratori e delle loro famiglie. “E’ tornato il sorriso, è tornato il sereneo, e’ la vittoria nostra e di tutta la comunita’ di Castellammare – dicono i lavoratori -, i tanti messaggi di solidarieta’ ci hanno consentito di andare avanti nel nostro presidio. La politica tutta ci e’ stata vicina.Grazie Castellammare e tutti quelli che ci sono stati vicini. La forza che abbiamo avuto ci è stata trasmesso dalla solidarietà delle tante persone”.

LEGGI ANCHE  Truffe anziani: divieto di ritorno per 2 pregiudicati in 4 comuni salernitani

 Per guardare il video clicca qui

Il gruppo dà lavoro ad oltre 700 dipendenti tra diretti e indiretti e serve più di 2500 clienti sul mercato globale tra cui tutti i principali OEM del settore automobilistico, delle macchine movimento terra, dell’heavy duty e delle macchine industriali. Ha diversi stabilimenti nel nord Italia ed una sede anche negli Stati Uniti d’America

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette