Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cultura

‘ROGIOSI@THESPARK. Accendi la scintilla della lettura’ con Amalia De Simone

Pubblicato

in



‘ROGIOSI@THESPARK. Accendi la scintilla della lettura’: primo appuntamento con Amalia De Simone autrice di MafiEuropa. Mercoledì 21 ottobre alle ore 19 | The Spark – Piazza Bovio 33

 

 

Sarà la watchdog napoletana, giornalista e videoreporter Amalia De Simone, con il suo libro “MafiEuropa” (Rogiosi Editore), ad aprire la rassegna “ROGIOSI@THE SPARK. Accendi la scintilla della lettura”, negli spazi di The Spark Creative Hub, il centro polifunzionale in Piazza Bovio 33, mercoledì 21 ottobre, alle 19. L’incontro con l’autrice è organizzato nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19 e strutturato sui tre piani di The Spark Creative Hub, grazie al supporto video. Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Evenbrite: https://bit.ly/3jMDfxf.

MafiEuropa

In linea con la globalizzazione dei traffici, da anni, le mafie italiane si sono internazionalizzate. L’Europa, in particolare, e altri continenti, sono diventati un unico campo d’azione e di interazione con le altre criminalità mondiali. Paesi come la Germania, la Spagna, la Gran Bretagna, l’Olanda, il Lussemburgo e intere aree dell’Est Europa sono diventate, nel corso del tempo, centrali di riciclaggio, basi per traffici illegali e aree di transito, luoghi di protezione per latitanze, territorio di conquista per investimenti immobiliari e commerciali. Nella geografia degli interessi criminali dei clan, alcuni paesi europei sono diventati fondamentali, quanto e più dell’Italia dove invece si percepisce di più il sottoproletariato mafioso. Le mafie vanno dove incontrano meno resistenza: la lotta alle mafie in Europa è resa molto fragile dalla disarmonia legislativa: il reato di associazione mafiosa, non è infatti contemplato da quasi nessun altro ordinamento nazionale europeo. I fatti che creano allarme sociale sono rari, i mafiosi portano ricchezza e qualche volta tutto questo diventa un alibi per voltarsi dall’altra parte. Amalia De Simone ha realizzato le sue inchieste sul campo, girando tra i paesi europei, incontrando i protagonisti delle scottanti vicende, uomini di legge e uomini del “sistema”, tracciando un quadro sugli affari di ‘ndrangheta, camorra e mafia in Europa. Nel libro sono raccolte le inchieste realizzate per il Corriere.TV.

Dopo “MafiEuropa” di Amalia De Simone, la rassegna prosegue con ), “Castelli di Partenope” di Rosario Bianco e Gianpasquale Greco (mercoledì 28 ottobre), “Arcobaleni” di Giuliana Marcarelli (mercoledì 4 novembre), “C’era una (prima) volta” di Claudio Guerrini (sabato 7 novembre), “Io speriamo che me la cavo” di Antonio D’Apuzzo (mercoledì 11 novembre), “Quando meno te lo aspetti” di Guido Trombetti (mercoledì 18 novembre).

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Musica contro le mafie: annunciata la giuria responsabile

Pubblicato

in

Annunciata la giura responsabile della undicesima edizione del Premio Musica contro le Mafie.
Numerosissime Iscrizioni verso il record assoluto.

 

 

Scade il 31 Ottobre il bando per iscriversi al concorso.

In palio Concerti in Europa, esibizione sul palco dell’Uno Maggio Libero&Pensante di Taranto e alla giornata Nazionale della Legalità di Palermo, un Tour nei più importanti Festival del circuito KeepOn, showcase presso Casa Sanremo, accesso alle finali live di Primo Maggio Next.
Inoltre premi speciali per le produzioni artistiche e partecipazioni a importanti eventi live nazionali.

Iscriviti su https://www.musicacontrolemafie.it/11edizione/
Guarda il video promo:  https://youtu.be/StiO51MKQMI

Organizzata dall’Associazione Musica contro le mafie, della rete di LIBERA fondata da Don Luigi Ciotti, ritorna per l’undicesimo anno consecutivo il concorso nazionale “Premio Musica contro le mafie” che sostiene e valorizza la musica per la diffusione di buone idee e buone prassi.

#ilmondoècasanostra e #livefromeverywhere racchiudono il significato profondo di una edizione come questa. La Musica che nonostante tutto trova la strada giusta attraverso la passione, la bellezza della creazione dei numerosissimi artisti che stanno inviando le loro richieste preannunciando un record assoluto di iscrizioni.
In equilibrio tra reale e virtuale allargando il numero di fruitori come mai prima d’ora, attraverso lo streaming, Musica contro le mafie dimostra che la musica si può trasmettere e fare da ogni luogo del pianeta abbattendo o superando ogni confine fisico.

LA GIURIA RESPONSABILE 2020

Roy Paci – Artista e Produttore
Gianni Maroccolo – Artista e Produttore
Serena Brancale – Artista
Gabriella Martinelli – Artista
Roberta Rei – Giornalista e Conduttrice “Le Iene”
Roberta Bellesini Faletti – Presidente Biblioteca Astense “Giorgio Faletti”, Produttrice
Anna Bischi Graziani – Direttrice Artistica Premio Pigro
Angela Calvini – Giornalista, Critica Musicale Avvenire
Graziella Corrent – Direttivo Club Tenco
Daniela Serra – Ceo Exit Communication
Francesca Rispoli – Uff. Presidenza Libera (Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie)
Sergio Cerruti – Presidente A.F.I.
Claudio Agostoni – Direttore Programmi Radio Popolare Milano
Francesco Raiola – Giornalista, Capo Area Musica Fanpage.it
Dario Falcini – Giornalista, Direttore Rockit.it
Fausto Pellegrini – Vice Direttore Spettacolo Rai News 24
Francesco Vaccaro – Direttore Editoriale TuttoRock
Massimo Bonelli – Ceo ICompany, Art Director Primo Maggio Roma
Vincenzo Russolillo – Presidente Gruppo Eventi – Casa Sanremo
Giuseppe Pipitone – Resp. TimMusic
Alessandro Angrisano – Presidente A.C.E.P.
Roberto Granata – Vice Direttore Banda della Polizia di Stato
Luca Li Voti – Responsabile Festival KeepOn Live
Gianni Raimondi – Coord. Uno Maggio Libero&Pensante Taranto
Gennaro de Rosa – Presidente e Dir. Artistico Musica contro le mafie

Fissata al 31 Ottobre la deadline per iscriversi; in pochissime semplici mosse, dal sito https://www.musicacontrolemafie.it/11edizione/, gli artisti potranno partecipare alle selezioni nazionali per musicisti Premio Musica contro le mafie.
L’obiettivo è selezionare realtà artistiche con una spiccata sensibilità per i temi sociali, anti-mafia e soprattutto per la diffusione di Buone Idee e Buone Prassi attraverso la musica.
Il concorso contribuisce, grazie al sostegno di importanti partner alla crescita artistica ed offre premi utili all’accrescimento professionale.
I vincitori della 11^ edizione del Premio si esibiranno e saranno premiati a Casa Sanremo a Marzo 2021 durante la settimana del 71° Festival della Canzone Italiana

I PREMI
(https://www.musicacontrolemafie.it/11edizione/i-premi/)
Al vincitore assoluto di questa edizione :
– 2 Concerti Retribuiti in Europa: Lille (Francia) – Bruxelles (Belgio) grazie alla partnership con Smart.
– Esibizione sul palco dell’Uno Maggio Libero e Pensante di Taranto 2021.
– Esibizione presso “Casa Sanremo” 2021
– Esibizione sul palco della giornata nazionale della legalità di Palermo 2021 con brano ri-arrangiato ed eseguito dall’orchestra della Polizia di Stato grazie a PoliziaModerna
– Tour all’interno dei Festival del Circuito Keepon Experience

Tanti gli altri Premi Speciali che verranno assegnati dalla giuria: la possibilità di partecipare direttamente alle fasi finali live del contest 1MNEXT, iniziativa ufficiale che da diritto ad un slot per il palco del Concerto del Primo Maggio di Roma 2021. Inoltre la Menzione Speciale del Club Tenco, il Premio Officine Buone che darà la possibilità di fare un tour in una serie di Strutture Ospedaliere ed essere ospiti della Finale Nazionale di Special Stage 2021. Inoltre verrà assegnata una borsa di produzione o studio grazie ad ACEP e Unemia.

Altra novità assoluta di questa edizione il premio “Once Upon a Star” con la collaborazione di TIMMUSIC, che da quest’anno sarà dedicato ai grandi artisti del passato e riservato ai 10 finalisti. In occasione del 40° annniversario della sua morte Musica contro le mafie ha deciso di celebrare uno dei più grandi artisti del secolo scorso: John Lennon. Musicista, attivista, voce sempre fuori dal coro e sognatore di un mondo più giusto, assassinato all’ingresso del Dakota Building l’8 dicembre del 1980.
I 10 finalisti saranno chiamati, oltre ad eseguire il loro brano, a interpretare una cover del repertorio di John Lennon che sarà assegnata dall’organizzazione e dovrà essere eseguita dal vivo. Sarà TIMMUSIC a scegliere il vincitore!

LE GIURIE e LA SELEZIONE dei FINALISTI
La Giuria Responsabile (45% di influenza), quella Social (20%) insieme alla giuria Studentesca (35%) composta da studenti del circuito dell’ U.d.S. Unione degli Studenti e Libera Scuola & Formazione che copre l’intero territorio nazionale da Trieste a Siracusa, passando per Perugia, Napoli, Milano e tantissimi altri studenti di istituti scolastici sparsi sul territorio nazionale, saranno chiamate alla scelta dei 10 finalisti tra l’1 e il 22 novembre 2020.
I 10 Finalisti passeranno alle fasi Live che si terranno a Cosenza nella seconda settimana di dicembre 2020.

#Mvsm11 gode delle partnership di Casa Sanremo, Uno maggio Taranto, Club Tenco, Primo Maggio Roma, Officine Buone, KeepOn Live, Michele Affidato, Smart, Avviso Pubblico, Legambiente, Unione degli Studenti, Polizia di Stato, RaiNEws24, TimMusic, PoliziaModerna, FeeLLove
E con il Supporto di: AFI, ACEP, UNEMIA, OmniaEnergia, Edizioni Emmekappa.

Per info: premio11@musicacontrolemafie.it

Continua a leggere
Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette