Seguici sui Social

Coronavirus

Covid: a Pozzuoli non rispettano prenotazioni, caos tamponi

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Il mancato rispetto degli orari di prenotazione ha creato questa mattina momenti di caos nell’area del Pronto Soccorso e del padiglione Covid dell’ospedale civile di Pozzuoli, Santa Maria delle Grazie, in provincia di Napoli.

Una lunga teoria di auto in fila con persone che dovevano eseguire il tampone ha mandato in crisi la gestione delle operazioni da parte degli operatori sanitari e del personale addetto alla sorveglianza. Le attese, naturalmente, si sono dilatate oltre i tempi dovuti e con gente che ha cominciato a spazientirsi.

Il ‘mistero’ e’ stato spiegato successivamente dai responsabili della struttura. Al nosocomio flegreo i tamponi vengono effettuati solo su prenotazione con definizione del giorno e dell’orario. Coloro che si presentano in maniera spontanea vengono invitati a seguire le procedure di prenotazione. Stamane, invece, e’ accaduto che praticamente tutti i prenotati della mattinata si sono presentati all’orario di apertura del padiglione Covid per eseguire il tampone generando caos, proteste ed attese che si sono prolungate anche oltre l’ora. La situazione e’ tornata alla normalita’ poco dopo le ore 12.

LEGGI ANCHE  I legali napoletani di Maradona: 'Indagare su chi gli stava vicino negli ultimi tempi'

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Vaccini, oltre 972mila persone vaccinate in Italia. Campania prima col 92,4%

Pubblicato

il

Vaccini, oltre 972mila persone vaccinate in Italia. Campania prima col 92,4%.

Sono 972.099 le somministrazioni dei vaccini anti-Covid secondo il report di questa mattina del ministero della Salute. Il numero è pari al 64.4% delle dosi consegnate finora, che sono 1.455.675.

La regione con il rapporto piu’ alto tra somministrazioni e vaccini consegnati e’ la Campania (92,4%), quella con il piu’ basso la Calabria (39,4%). Sono stati vaccinati 734.969 operatori sanitari e sociosanitari, 155.865 tra personale non sanitario e 81.265 ospiti di strutture residenziali assistite.
A due settimane dall’inizio delle vaccinazioni anti Covid-19, che hanno coinvolto a oggi oltre di 972 mila adulti in Italia, sono cominciati gli studi clinici per testare il vaccino in eta’ pediatrica. Attualmente i due vaccini autorizzati in Europa dall’Ema sono quelli di Pfizer/BioNTech e di Moderna. Il primo non puo’ essere iniettato a bambini e ragazzi al di sotto dei 16 anni e il secondo ai minori di 18.

LEGGI ANCHE  Sette positivi al covid tra i passeggeri arrivati da Londra a Capodichino
Continua a leggere

Le Notizie più lette