Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Area Flegrea

Campania by Night presenta ‘Bermudas’ di Michele Di Stefano

Pubblicato

in



presenta questa sera (1 agosto), al Castello aragonese di , “” spettacolo di nell’ambito del progetto di Michele Mele NA-SA

 

Si chiude domani 2 agosto il ciclo di appuntamenti di Campania by Night al Castello Aragonese di Baia con “Bermudas”, spettacolo di danza di Michele Di Stefano, premio UBU come Miglior spettacolo di danza 2019, in programma alle ore 20.

L’evento rientra nel più ampio progetto “NA-SA” ideato da Michele Mele per omaggiare il lavoro artistico del performer e coereografo, Michele Di Stefano, con il sostegno della Regione Campania attraverso la Scabec, Teatro Pubblico Campano e CDTM, Casa Del Contemporaneo e in collaborazione con Comune di Salerno, Università degli Studi di Salerno, Galleria “Paola Verrengia”, KLm.

Nato a Salerno, Di Stefano, torna nella sua regione per tracciare con “NA-SA” una mappa per tappe e far conoscere in un territorio – che poco lo conosce e poco ha ospitato i suoi spettacoli – la sua vocazione alla danza e al viaggio. Un viaggio che è anche un ritorno, là dove tutto è iniziato, il luogo di nascita.

http://www.campaniabynight.it/

In questa prima tappa al castello di Baia la rappresentazione di BERMUDAS (titolo che ironicamente evoca un territorio dai confini non indentificati e poco tracciabili) – creazione per sua definizione “mutevole sistema coreografico, meccanismo performativo” – racconta al meglio il caleidoscopio di azioni danzanti, musica e luci che è il mondo creativo targato mk. Un sistema coreografico pensato per un numero variabile di interpreti (da tre a tredici), intercambiabili tra loro. Gioca sul meccanismo del “moto perpetuo” in cui i corpi diventano una sorta di organismo di movimento basato su regole semplici e rigorose che ogni performer applica come una condizione per esistere accanto agli altri e costruire un mondo ritmicamente condiviso.

“NA-SA” si propone di portare in scena, a partire da questa prima tappa, il viaggio creativo – ma anche fisico – nei luoghi del cuore dell’artista attraverso una serie di spettacoli nei teatri di Napoli e Salerno, (a Napoli: Teatro Nuovo; Sala Assoli \casa del Contemporaneo; Teatro dei Piccoli \casa del Contemporaneo; a Salerno: Auditorium dell’Università; Teatro Ghirelli-spazio Fornace \casa del Contemporaneo; Teatro Verdi; Galleria “Paola Verrengia).

Ph. Andrea Macchia

Continua a leggere
Pubblicità

Area Flegrea

Maltempo: allagamenti e alberi caduti ai Campi Flegrei

Pubblicato

in

Il temporale che si e’ abbattuto su tutta l’area flegrea ha provocato numerosi allagamenti ed il forte vento ha fatto cadere alberi, divelto coperture in lamiera e paline della segnaletica stradale.

 

A Bacoli il vento forte ha sradicato tre alberi di media grandezza, fortunatamente senza provocare danni a persone, nel parco Vanvitelliano del Fusaro, nei pressi del Castello di e a Miseno. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Protezione Civile e della Polizia Municipale. A Pozzuoli, invece, il forte vento ha divelto le coperture in lamiera di alcuni caseggiati del polo artigianale in via Fascione, ormai in dismissione, che si sono abbattute sulla strada. Anche in questo caso non si registrano danni a persone e non sono rimasti coinvolti automezzi.

La polizia municipale, prontamente intervenuta, ha circoscritto la sede stradale, permettendo il ripristino della viabilita’. Gli allagamenti delle sedi stradali hanno interessato i principali quartieri di Pozzuoli da via Napoli, a via vecchia Campana, da Licola a Monterusciello. In molti casi l’acqua ha invaso terranei e cantine. A via Napoli allagati molti locali pubblici dediti alla ristorazione. A Bacoli le acque del condotto fognario hanno invaso le strade di localita’ Cappella e Fusaro per il blocco delle valvole del ‘troppo pieno’ del lago Fusaro.

Continua a leggere



Area Flegrea

Giornate Europee del Patrimonio 2020: tutti gli appuntamenti del Parco archeologico dei Campi Flegrei

Pubblicato

in

Il Parco archeologico dei Campi Flegrei aderisce anche quest’anno alle Giornate Europee del Patrimonio 2020, iniziativa promossa dal MiBACT e dedicate al tema dell’educazione.

 

Lo slogan scelto per questa edizione è “Imparare per la vita”. Durante il fine settimana del 26 e 27 settembre il Parco celebrerà l’attività di ricerca e ospiterà, laboratori, attività didattiche, spettacoli, aperture straordinarie dei siti e passeggiate archeologiche. Nella giornata di sabato 26 settembre è inoltre prevista un’apertura serale al Castello di con il biglietto d’ingresso al costo simbolico di 1 euro.

Sabato 26 e domenica 27 a partire dalle 10 al Parco archeologico di Cuma sarà visitabile in maniera straordinaria la città bassa. Sarà l’occasione per approfondire gli studi e le ricerche archeologiche in corso, a cura dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, del Centro Jean Bérard e dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.
Gli archeologi dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, diretti dal professor Carlo Rescigno, illustreranno i risultati delle ricerche, ancora in corso, sul Tempio A di Cuma, raro esempio di architettura sannitica della seconda metà del IV sec. a.C. L’Università degli Studi di Napoli Federico II, sotto la direzione della professoressa Carmela Capaldi, si soffermerà in particolare sulle fasi più antiche rinvenute nei saggi di approfondimento del settore nord-occidentale della foro. L’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, con la direzione scientifica del professor Matteo D’Acunto, affronterà l’argomento dell’edilizia domestica nella zona dell’abitato a nord del foro, disegnandone l’evoluzione dal villaggio pre-ellenico alla città greco-romana. Il Centre Jean Bérard di Napoli, guidato da Priscilla Munzi, si soffermerà in particolare sulle tombe di età tardo-repubblicana approfondendo aspetti antropologico-sociali legati alla convivenza di individui di origini greche, sannitiche e latine in un racconto che si definisce “All’insegna dell’Altro”.

Facebook: www.facebook.com/parcoarcheologicodeicampiflegrei
Instagram: www.instagram.com/pa_fleg

Per la prima volta dopo diversi anni riapre al pubblico il Parco archeologico di Liternum a Giugliano. L’Università della Tuscia, coordinata dal professor Salvatore De Vincenzo, sarà presente all’evento nelle mattinate di sabato e domenica per illustrare le ricerche compiute e le nuove acquisizioni che hanno arricchito il panorama di conoscenze sulla città antica, focalizzando in particolare sull’area del foro e sui monumenti circostanti.

Altre due aperture straordinarie saranno protagoniste della giornata di sabato 26: quella della Necropoli di Capella al Monte di Procida e quella del Tempio di Apollo sul Lago d’Averno.

Due passeggiate archeologiche saranno protagoniste dell’iniziativa “Convergenze Flegree”, organizzata dal Parco in collaborazione con i comuni di Bacoli, Monte di Procida e Pozzuoli e con il supporto logistico di Federalberghi Campi Flegrei. I due percorsi convergeranno nel luogo simbolo della unicità e complementarietà del territorio flegreo, il Castello di Baia. Le passeggiate si svolgeranno in contemporanea lungo i nuovi e gli antichi percorsi pedonali ancora riconoscibili: una, denominata “L’antico percorso dei marinai Montesi”, attraverserà i Comuni di Monte di Procida e Bacoli facendo tappa alla Necropoli di Cappella, l’altra, dal titolo “Intorno alle cupole”, quelli di Pozzuoli e Bacoli con sosta al Tempio di Apollo sul Lago d’Averno.

Sabato 26 settembre sarà la volta dell’apertura serale straordinaria al costo speciale di 1 euro. “Dark Bubbles. Una serata “proiettati” nei resti sommersi di Baia” è una video immersione in notturna trasmessa in diretta nel Castello di Baia che illustrerà i nuovi mosaici, i lavori di restauro, lo sviluppo delle ricerche condotte nelle Terme del Lacus nel Parco sommerso di Baia. La serata sarà presentata dal direttore del Parco Fabio Pagano insieme a Enrico Gallocchio e Barbara Davidde dell’Istituto Centrare per il Restauro che ha coordinato la campagna di questa estate.

Ci sarà spazio anche per le attività dedicate ai bambini . Tutto il week end al Piscina Mirabilis a cura dell’ATS Stramirabili si terrà “StraMirabilis in famiglia – laboratorio di argilla per bambini” mentre al Tempio di Serapide l’ATI Macellum organizzerà un ricco programma di eventi e laboratori per tutta la famiglia.
Ultimo evento domenica mattina dal titolo “FLEG Workout. Il movimento con la storia intorno. Dal Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia alla Tomba di Agrippina”. Il percorso proposto partirà dal Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia e giungerà alla Tomba di Agrippina per far ritorno di nuovo al Castello con visita alla Terrazza superiore e alla sezione del Rione Terra. A cura di FLEG Workout.

Tutti gli eventi sono contingentati a prevedono il rispetto delle misure di prevenzione del contagio da covid-19 secondo la normativa vigente.
A questo link è possibili visionare il programma dettagliato con tutte le istruzione per la prenotazione: http://www.pafleg.it/it/4405/news/237/giornate-europee-del-patrimonio-26-27-settembre

Continua a leggere



Le Notizie più lette