Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Bagnoli

Napoli, Borrelli denuncia: ‘Concerto abusivo a Bagnoli in piena notte di Niko Pandetta’

Pubblicato

in



Concerto abusivo a Bagnoli in piena notte di Niko Pandetta. Musica neomelodica a tutto volume, schiamazzi e affollamento di persone, è intervenuta la polizia.

 

Borrelli:” Non è la prima volta e non sarà l’ultima se non fermiamo chi non rispetta le regole e incita all’illecito e ai boss”. Un concerto neomelodico in piena notte con tanto di trambusto e pericolosi assembramenti, è accaduto nella nottata tra il 9 e il 10 luglio nel quartiere di Bagnoli.

Protagonista della serata è stata il neomelodico catanese Niko Pandetta, già noto per altre vicende legate a concerti non autorizzati e altre vicende giudiziarie per le quali è stato più volte condannato e altri neo melodici locali.

concerto neomelodico 1

*il video è tratto dal concerto di Bagnoli dove hanno partecipato diversi cantanti come è scritto nel postConcerto abusivo a Bagnoli in piena notte di Niko Pandetta. Musica neomelodica a tutto volume, schiamazzi e affollamento di persone, è intervenuta la polizia. Borrelli:” Non è la prima volta e non sarà l’ultima se non fermiamo chi non rispetta le regole e incita all’illecito e ai boss.”Un concerto neomelodico in piena notte con tanto di trambusto e pericolosi assembramenti, è accaduto nella nottata tra il 9 e il 10 luglio nel quartiere di Bagnoli.Protagonista della serata è stata il neomelodico catanese Niko Pandetta, già noto per altre vicende legate a concerti non autorizzati e altre vicende giudiziarie per le quali è stato più volte condannato e altri neo melodici locali. A denunciare la vicenda sono stati diversi residenti della zona che si sono rivolti al Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli al quale hanno raccontato come il concerto in questione non avesse alcun permesso ed è quindi intervenuta la polizia, sollecita dai cittadini disturbati dagli schiamazzi e della musica assordante che ha invaso l’intero quartiere.Musica neomelodica assordante, con diversi protagonisti, urla, dediche e gente ammassata sono stati i protagonisti di una folla notte bagnolese come dimostrano diverse immagini e video inviati al Consigliere Borrelli. Anche se dalla fanpage di Pandetta sono stati eliminati i diversi video pubblicati in diretta nel corso del concerto restano quelli pubblicati da altre persone e il suo annuncio alla partecipazione al concerto in una story Instagram.“Abusivismo, assenza di legalità e rispetto delle regole ed incitazione all’illecito, sembrano siano questi i capisaldi di Pandetta e della sua combriccola di neomelodici. Non è la prima volta che prende parte e dà vita ad eventi del genere e non sarà neanche l’ultima se non verrà fermato, questa volta richiediamo provvedimenti drastici. Se il concerto in questione si è svolto senza alcun permesso e in piena notte che lo si verifichi e che gli organizzatori vengano denunciati. I cittadini per bene vogliono il rispetto delle regole, ripudiamo la l'illegalità e noi siamo con loro e faremo di tutto per fermare chi sguazza nell’illecito e inneggia ai boss venga fermato.”- ha commentato il Consigliere Borrelli che ha presentato denuncia sull'accaduto.

Publiée par Francesco Emilio Borrelli sur Vendredi 10 juillet 2020

A denunciare la vicenda sono stati diversi residenti della zona che si sono rivolti al Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli al quale hanno raccontato come il concerto in questione non avesse alcun permesso ed è quindi intervenuta la polizia, sollecita dai cittadini disturbati dagli schiamazzi e della musica assordante che ha invaso l’intero quartiere.

Musica neomelodica assordante, con diversi protagonisti, urla, dediche e gente ammassata sono stati i protagonisti di una folla notte bagnolese come dimostrano diverse immagini e video inviati al Consigliere Borrelli.

Anche se dalla fanpage di Pandetta sono stati eliminati i diversi video pubblicati in diretta nel corso del concerto restano quelli pubblicati da altre persone e il suo annuncio alla partecipazione al concerto in una story Instagram.

“Abusivismo, assenza di legalità e rispetto delle regole ed incitazione all’illecito, sembrano siano questi i capisaldi di Pandetta e della sua combriccola di neomelodici. Non è la prima volta che prende parte e dà vita ad eventi del genere e non sarà neanche l’ultima se non verrà fermato, questa volta richiediamo provvedimenti drastici. Se il concerto in questione si è svolto senza alcun permesso e in piena notte che lo si verifichi e che gli organizzatori vengano denunciati. I cittadini per bene vogliono il rispetto delle regole, ripudiamo la l’illegalità e noi siamo con loro e faremo di tutto per fermare chi sguazza nell’illecito e inneggia ai boss venga fermato.”- ha commentato il Consigliere Borrelli che ha presentato denuncia sull’accaduto.

Continua a leggere
Pubblicità

Bagnoli

Napoli, spacciava cocaina sotto casa a Bagnoli: arrestato 44enne

Pubblicato

in

Napoli, spacciava cocaina sotto casa a Bagnoli: arrestato 44enne.

 

Ieri mattina gli agenti del Commissariato Bagnoli, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato in via Enea una persona che, dopo essere uscita da un’abitazione, ha consegnato qualcosa a un giovane in cambio di denaro.

I poliziotti hanno bloccato entrambi trovando l’acquirente in possesso di una bustina contenente cocaina mentre, presso l’abitazione da cui la persona era uscita, hanno rinvenuto due involucri della stessa sostanza per un peso complessivo di circa 3 grammi, un bilancino e la somma di 300 euro.

Antonio Lucariello, napoletano di 44 anni, sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla P.G., è stato arrestato per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, mentre l’acquirente è stato sanzionato amministrativamente

Continua a leggere



Bagnoli

Napoli, continuano gli sversamenti illeciti di rifiuti. Due operai scaricano materiale di risulta in strada in via Diocleziano, un cittadino li denuncia alla Municipale

Pubblicato

in

Napoli, continuano gli sversamenti illeciti di rifiuti. Due operai scaricano materiale di risulta in strada in via Diocleziano, un cittadino li denuncia alla Municipale. Borrelli. “Ora basta, serve tolleranza zero. Ci auguriamo che i due vengono individuati e denunciati.”

27 agosto 2020, ancora sversamenti illeciti di rifiuti a Napoli.

Stavolta è accaduto in via Diocleziano dove degli operai edili hanno utilizzato la strada per scaricare materiale di risulta e suppellettili varie.

A denunciare l’accaduto è stato un cittadino che dopo aver telefonato alla Polizia Municipale per richiedere un intervento ha avvertito anche il Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che da anni porta avanti una dura battaglia contro gli inquinatori delle strade.

“Passavo di lì e mi sono imbattuto in questa scena. Appena mi sono reso conto di ciò che stava avvenendo ho avvertito immediatamente la Polizia Municipale e poi il Consigliere Borrelli.”- racconta il cittadino che ha denunciato l’episodio.

“Attendiamo l’esito dell’intervento della Municipale, augurandoci che i due vengano individuati e denunciati. Serve tolleranza zero contro persone simili, siamo arrivati al limite, i cittadini perbene non ne possono più di tutto questo ed il territorio è in evidente sofferenza, bisogna cominciare ad agire in maniera dura, decisa e continuativa. Denunceremo chiunque inquini il nostro territorio e lo faremo grazie anche all’aiuto dei cittadini.”- ha commentato il Consigliere Borrelli.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette