Seguici sui Social

Pubblicità

Economia

Filiera bufalina, CIA: rafforzamento delle misure di sostegno e nuove proposte

Pubblicato

in


“Lo stato di calamità per il settore bufalino è solo il primo passo per tentare uscire dalla crisi e creare i presupposti per il rilancio del comparto”, afferma Alessandro Mastrocinque, presidente della CIA Campania. “Adesso il Ministero confermata la calamità potrebbe attivare il fondo di solidarietà nazionale e anche gli aiuti di stato mentre la Regione Campania potrebbe condividere i nostri ulteriori interventi e soluzioni”.
Di fronte a una emergenza senza precedenti la CIA Campania lancia nuove proposte alla Regione Campania:
Autorizzare, per un tempo limitato e vincolato legato alla crisi, l’aggiunta di latte nella razione alimentare degli animali, per un quantitativo non superiore al 30 per cento dello stesso periodo del 2019, per ogni litro di latte ritirato dal mercato e destinato alla razione alimentare bisogna riconoscere allevatore 1 euro al litro aprire il bando dedicato alla biosicurezza per gli allevatori bufalini anche se le risorse a disposizione sono esigue

“È necessario ed indispensabile un rafforzamento delle misure di sostegno alla filiera bufalina, dice Guido Coppola, presidente di CIA Caserta, altrimenti ci troveremo di fronte ad una crisi occupazionale e sociale dalla quale sarà complicatissimo venire fuori senza ulteriori drammatiche conseguenze per le famiglie e i lavoratori”
Ma non è tutto la CIA Campania propone anche di trovare un’intesa con le Camere di Commercio per utilizzare i fondi disponibili loro bilanci e intervenire sui comparti agricoli colpiti dall’emergenza Coronavirus e come previsto nel D.L del 17 marzo n.18 Art. 125 comma 4. (articolo voluto dalla CIA. Agricoltori Italiani)
“Il momento storico che stiamo vivendo ci impone il ricorso ad ogni strumento o soluzione straordinaria o straordinaria. Ecco perché chiediamo di utilizzare i fondi dei bilanci delle Camere di Commercio come ulteriore aiuto per il superamento della crisi e la tenuta di un sistema economico ridotto in ginocchio”, afferma Raffaele Amore, presidente di CIA Benevento.

Pubblicità
Continua a leggere
Pubblicità

Economia

Decreto Rilancio non convince i commercialisti: lunedì i presidenti di Milano, Bari, Roma e Salerno a confronto in streaming con presidente designato di Federturismo Confindustria

Pubblicato

in

Arricchiranno il dibattito gli interventi del Presidente designato di Federturismo Confindustria Marina Lalli, dell’armatore Salvatore Lauro e della professoressa Magda Antonioli, Direttore ACME della Bocconi e componente CdA dell’ENIT

Salerno. Discriminante per i professionisti e inadatto a una veloce ripartenza dell’economia reale: il DL 34/2020, cosiddetto Decreto Rilancio, non convince i commercialisti, da nord a sud, che si sono dati appuntamento lunedì prossimo, 25 maggio, per un confronto in diretta streaming promosso dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Salerno in collaborazione con Rete Destinazione Sud.

Il webinar, dal titolo “Decreto Rilancio: analisi, riflessioni, proposte”, vedrà confrontarsi sulla manovra e sui suoi punti più critici i presidenti di quattro diversi Ordini professionali rappresentativi di tutta Italia: Marcella Caradonna (ODCEC Milano), Mario Civetta (ODCEC di Roma), Elbano De Nuccio (ODCEC di Bari), Salvatore Giordano (ODCEC di Salerno). Il dibattito, introdotto e moderato dal Presidente di Rete Destinazione Sud Michelangelo Lurgi, sarà arricchito dagli interventi di tre autorevoli esponenti del comparto turistico: Marina Lalli, Direttore Generale delle Terme di Margherita di Savoia s.r.l. e neo designato Presidente di Federturismo Confindustria, Salvatore Lauro, armatore e presidente dell’omonimo Gruppo navale, Magda Antonioli Direttore Economics and Management in Arts, Culture, Media and Entertainment (ACME) dell’Università Bocconi e Componente del Consiglio di Amministrazione dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo.

“Il Decreto Rilancio non è particolarmente pregnante rispetto alle misure attese – spiega il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Salerno Salvatore Giordano – contiene qualche norma apparentemente interessante ma insufficiente per far ripartire velocemente l’economia, come ad esempio l’eliminazione del debito Irap, su cui tra l’altro sorgono problemi di progressività dell’imposta, o la previsione dei crediti di imposta per sanificazioni e locazioni, peraltro già presenti nei precedenti decreti, oltre all’inserimento di alcune compensazioni più favorevoli ai contribuenti. Ma nel DL non c’è alcun cenno al ruolo delle banche, lasciando così intatto quanto previsto dal Decreto Liquidità, con tutti i dubbi e le perplessità rispetto all’arbitrarietà delle erogazioni da parte degli istituti di credito: è un’altra occasione mancata per immettere subito liquidità sufficiente a un rilancio nel breve tempo dell’economia reale. E anche per la ripresa e la sopravvivenza del comparto turistico, che aveva riposto grande attesa nella manovra, si poteva fare meglio. Per i professionisti iscritti alle Casse, poi, è veramente un Decreto vuoto: al momento li esclude dalla possibilità di accedere al sostegno a fondo perduto e non è ancora chiaro se almeno confermerà, come sembrerebbe, il bonus da 600 euro anche per i mesi di aprile e maggio”.

“Continua la collaborazione tra Rete Destinazione Sud e gli Ordini dei Dottori Commercialisti di tutta Italia – sottolinea il Presidente di Rete Destinazione Sud Michelangelo Lurgi – e in particolare con l’ODCEC di Salerno con cui abbiamo intrapreso un proficuo dialogo da oltre tre anni. La nostra Rete è da tempo al servizio delle imprese con la formula delle tre C, coinvolgimento, condivisione e confronto, volta a creare un progetto condiviso di sviluppo non solo turistico in senso stretto, ma anche di sviluppo delle destinazioni. In questa mission i professionisti, e in particolare i commercialisti, sono attori principali e componenti fondamentali delle reti territoriali. Con l’evento di lunedì ci accingiamo a inaugurare proprio con loro il nuovo corso di Rete Destinazione Sud verso la nuova dimensione nazionale: Rete Destinazione Italia”.

In programma a partire dalle ore 15.30 sulle pagine FB dell’ODCEC di Salerno (https://www.facebook.com/commercialistisalerno) e di Rete Destinazione Sud (https://www.facebook.com/ReteDestSud), l’evento è accreditato dall’ODCEC di Salerno e valido ai fini della Formazione Professionale Continua dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Attribuisce un credito formativo per ogni ora di effettiva presenza fino ad un massimo di 3 in materia obbligatoria, previa autocertificazione.

Continua a leggere

Dalla Rete

E-commerce: aumenta la richiesta di Made in Italy per le erboristerie online

Pubblicato

in

Al giorno d’oggi i consumatori hanno imparato quanto sia importante conoscere a pieno origine e provenienza delle materie prime dei prodotti acquistati. A ciò si aggiunga che esistono poi dei particolari settori merceologici all’interno dei quali la qualità è, se possibile, ancora più importante. Settori che hanno a che vedere con il benessere e la salute degli individui, per esempio.

Ecco spiegato perché, nel panorama erboristico, risultano in crescita gli acquisti di prodotti Made in Italy realizzati con ingredienti della massima qualità, sicuri e accuratamente selezionati. Un aumento di vendite registrato soprattutto in rete, vista la possibilità messa a disposizione dalle erboristerie online di scegliere tra un numero di rimedi più ampio rispetto all’offerta dei negozi fisici.

D’altronde le erboristerie vendono rimedi con valore nutritivo, cosmetico o terapeutico ed è facile capire quanto sia importante che ci sia totale trasparenza su ogni passaggio relativo alla filiera produttiva. Senza contare che, grazie al web, è davvero molto semplice fare rapide comparazioni tra un prodotto e l’altro, finendo inevitabilmente per optare per il migliore.

Erboristerie online: l’importanza del controllo e della qualità

Se si parla di prodotti naturali di qualità una menzione particolare la merita Fitosofia: questa erboristeria online, infatti, propone soltanto formulazioni italiane al 100%, avvalendosi di professionisti altamente competenti tanto tra gli erboristi, quanto tra medici e bioingegneri. Il risultato è una produzione all’insegna della tecnologia più recente e dei controlli più severi: tutti i prodotti Fitosofia sono garantiti GMP e HACCP e tutte le produzioni sono gestite interamente all’interno dei confini nazionali.

Ecco spiegato come sia possibile ottenere prodotti purissimi e, di conseguenza, capaci di avere tutti gli effetti desiderati fornendo importanti benefici all’organismo. Tutte queste attenzioni si traducono concretamente in prodotti più sani, perché realizzati partendo da piante spontanee, senza coloranti o aromi artificiali.

Estrazioni con ultrasuoni concentrati: un prodotto erboristico d’eccellenza

Per raggiungere risultati così efficaci si passa per modalità produttive all’avanguardia. Da questo punto di vista, il fiore all’occhiello di Fitosofia sono gli estratti ad ultrasuoni: prodotti anche questi privi di eccipienti, realizzati estraendo tutti i principi attivi presenti all’interno del singolo vegetale in questione.

I prodotti saranno dunque ricchissimi di oli essenziali, aminoacidi, oligoelementi, vitamine, sali minerali e quanto altro, presentando al tempo stesso zero tracce di alcol.

Visti i presupposti, dunque, non sorprende scoprire che Fitosofia registri, per la produzione di questi articoli, proporzioni che si attestano sul 4:1. Questo vuol dire che per realizzare un chilo di estratto super concentrato ne servono quattro di vegetale.

Erboristeria: il successo online degli integratori analcolici concentrati

Tra i prodotti più richiesti su Fitosofia si annoverano senza dubbio gli integratori analcolici concentrati. Uno dei più apprezzati è l’estratto concentrato “Lapacho”: un integratore utilizzabile per trattare diverse patologie quali, ad esempio, l’allergia, la disbiosi intestinale, l’intolleranza alimentare e, più in generale, diversi stati di indebolimento delle difese immunitarie.

“Detox”, invece, favorisce la digestione stimolando il drenaggio dei liquidi del corpo. In questo modo tutte le tossine vengono eliminate. Viene venduto in bustine da 10ml ciascuna e presenta un gradevole gusto di limone.

VitaminC fitoattivata, infine, è un integratore totalmente privo sia di alcol che di coloranti, così come di glutine, OGM e zuccheri aggiunti.

Si tratta di un vitaminico disponibile sia al gusto arancio che al gusto amarena, e viene potenziato con diversi estratti naturali derivati dalla frutta. Estratti caratterizzati da un grado di concentrazione elevatissimo di Acerola, Rosa Canina, Ribes e Camu Camu, che garantiscono una duplice azione sia in termini ricostituenti che di sostegno.

Erboristerie online come Fitosofia, dunque, da sempre propongono un’offerta in grado di coniugare qualità, innovazione e sicurezza, così da garantire ai propri utenti prodotti Made in Italy con cui soddisfare qualsiasi tipo di necessità.

Continua a leggere

Dalla Rete

Forex: come scegliere il broker per fare la differenza

Pubblicato

in

Il trading su forex è un’attività che negli ultimi tempi ha visto un incremento esponenziale di utenti grazie alle potenzialità che il mercato delle valute è in grado di offrire.

Fare trading forex, infatti, significa tuffarsi in uno dei mercati più frenetici e liquidi in assoluto, dove le variazioni di valore sono repentine e imprevedibili e, di conseguenza, i guadagni (o le perdite) possono essere potenzialmente maggiori.

Concretamente, il forex è il mercato delle valute, che vengono acquistate o vendute sempre in coppia.

Ad esempio, quando si sceglie di scambiare una coppia come EUR/USD, GBP/USD o CAD/JPY, bisogna sempre tenere presente che una si acquista e l’altra viene automaticamente venduta, il guadagno quindi si ottiene se si acquista la valuta che si muove al rialzo.

Dal momento che non è sempre facile azzeccare il giusto andamento del mercato, a causa della volatilità delle valute che non sono regolamentate da alcun organo, il rischio di perdite è molto più alto rispetto a quello che comporta l’investimento su mercati più stabili.

Per questo motivo, molti considerano il forex più adatto a traders che possiedono maggiore dimestichezza e sangue freddo, mentre per i principianti può risultare molto difficile e stressante dedicarsi a questo tipo di investimenti senza le giuste competenze ed esperienza.

In realtà, però, anche i meno esperti hanno la possibilità di fare trading su forex senza esporsi a rischi eccessivi, grazie ai CFD.

I CFD, acronimo di Contract for Difference, sono degli accordi virtuali stipulati tra il trader e il broker in modo che quest’ultimo dia “in prestito” un asset per far sì che l’investitore possa speculare sul suo valore.

In questo modo, il guadagno può essere ottenuto sia se il bene è al rialzo, sia se il suo valore crolla a picco, l’importante è aver puntato sul giusto andamento.

In tutto ciò, è importante affidarsi ad un broker di ottima qualità, efficiente e che sia in grado di soddisfare appieno tutte le necessità del trader.

Al di là delle competenze, infatti, la scelta del giusto broker è fondamentale per avere successo con il trading.

Di seguito vediamo come scegliere un broker per il forex che sia adatto alle esigenze degli utenti alle prime armi o a quelle dei traders più esperti.

Perchè affidarsi ai migliori broker forex

Fare del trading di successo, soprattutto se si è alle prime armi, non è una cosa facile e scontata.

Molti infatti si approcciano al settore convinti che basti poco per guadagnare tanti soldi, magari senza muovere un dito.

Niente di più sbagliato, ovviamente, e considerazioni come queste non fanno che aumentare la diffidenza e le opinioni negative sul trading.

 

Allora chiariamo prima di tutto che il trading non è un gioco né una truffa, pertanto è opportuno dedicarsi agli investimenti con serietà e attenzione, al fine di evitare di compiere azioni che rischiano di mandare in fumo tutti i risparmi.

 

In questo senso, la scelta del broker diventa fondamentale in quanto consiste nello strumento principale per investire con successo e secondo i propri interessi, ottenendo potenziali ritorni economici.

 

I migliori broker forex sul mercato, infatti, metteranno a disposizione dei traders numerosi strumenti di investimento e forniranno tutto il supporto necessario per operare correttamente, dal momento che hanno realmente a cuore il successo di ogni investitore.

 

I traders alle prime armi, ad esempio, avranno bisogno di maggiori strumenti di supporto e di formazione completa prima di mettere a segno operazioni vincenti e limitare il rischio di grosse perdite, mentre quelli esperti potrebbero avere la necessità di operare con un broker molto più performante e che offra strumenti più professionali e sofisticati.

 

A prescindere dal livello di esperienza, è indubbio che chiunque scelga di fare trading debba prima di tutto accertarsi che il broker di riferimento sia affidabile e regolamentato, certificato dalle licenze rilasciate dagli organismi di controllo finanziari ufficiali.

 

Solo così, infatti, si scongiura il rischio di cadere nella trappola di piattaforme truffa, create ad hoc per ingannare gli investitori meno attenti.

Trading per principianti: caratteristiche e strumenti dei migliori broker

Chi si dedica agli investimenti da poco tempo sa bene quanto risulti soddisfacente vedere arrivare i primi piccoli guadagni e, di certo, non vorrebbe mai vederli vanificati dall’applicazione di alti costi di commissione da parte del broker.

 

Per questo motivo, i principianti dovrebbero orientarsi verso la scelta di piattaforme che non applicano commissioni sull’eseguito, così da non vedersi i ricavi azzerati ad ogni operazione.

 

Un’altra caratteristica importante che deve avere un buon broker, è quella di mettere a disposizione dell’utente alle prime armi una sezione dedicata alla formazione e degli strumenti di supporto per cominciare ad investire in sicurezza.

 

Broker come Investous e Trade.com, ad esempio, vantano un’ampia sezione dedicata alla formazione dei traders principianti, dove questi ultimi possono studiare e apprendere i principi del trading grazie a corsi completi, ebook, video-lezioni e tanto altro.

 

Dopo un’adeguata formazione, gli utenti possono iniziare a far pratica utilizzando un conto demo fornito anch’esso gratuitamente dai migliori broker.

 

Questo strumento è importantissimo per allenarsi in sicurezza, dal momento che i conti demo sono caricati con denaro virtuale che i traders possono utilizzare per investire sui mercati reali e, quindi, non rischiare concretamente il loro patrimonio se le operazioni si rivelano fallimentari.

 

Alcuni broker, eToro ad esempio, permettono di utilizzare il conto demo illimitatamente anche dopo aver effettuato il primo deposito di denaro sul conto live. Ciò consente anche ai traders più esperti di usufruire di questo strumento per testare nuove mosse e strategie prima di investire in borsa.

 

Parlando sempre di eToro, infine, è bene sottolineare che questo broker fornisce ai suoi utenti un altro strumento di supporto che gli è valso la fama di cui adesso gode. Non a caso, infatti, la piattaforma è considerata una delle migliori in assoluto.

 

Copy Trading è il servizio che permette ai principianti di copiare letteralmente le mosse dei trader professionisti, con il duplice obiettivo di apprendere le tecniche in maniera indiretta e contemporaneamente ottenere un guadagno in percentuale.

 

Continua a leggere
Pubblicità