Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cultura

Emergenza Covid: proseguono le iniziative del Club del Libro ‘Lettori Vesuviani’

Pubblicato

in



L’emergenza Covid non frena le attività del Club del Libro “Lettori Vesuviani”: gli incontri di Marzo e di Aprile dei membri – che ogni mese scelgono un libro da leggere e si riuniscono per commentarlo – si sono tenuti su Skype, mentre ogni giorno prosegue il confronto su WhatsApp. È stato lanciato, inoltre, un sito, che conterrà articoli culturali e recensioni di libri.

“Il gruppo conta attualmente una ventina di giovani appassionati di lettura di Terzigno, San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, Pomigliano D’Arco, Castellammare di Stabia e altri comuni vesuviani” spiega Francesco Servino, fondatore del Club: “Normalmente gli incontri avvengono in un caffè letterario a Pompei. Abbiamo continuato a tenerlo vivo, nonostante le difficoltà dovute al Covid, nella speranza di tornare a breve a incontrarci, compatibilmente con le nuove disposizioni, magari all’aperto e mantenendo le distanze”.

“In un territorio in cui è difficile fare cultura, l’interesse destato dal Club è stato sorprendente” continua Servino: “L’intenzione è di crescere e di espandere le nostre iniziative, pertanto l’invito è a contattarci tramite i social network e a partecipare all’incontro di Maggio, che presumibilmente si terrà ancora online. L’adesione al Club è gratuita e aperta a tutti”.

Il libro del mese di Maggio è “Brevi interviste con uomini schifosi” di David Foster Wallace, scrittore e saggista americano tra i più influenti degli ultimi anni.

Il consiglio, per chi intende partecipare alle attività del Club, è di prendere i contatti tramite il sito ufficiale “bit.ly/lettorivesuviani”, facebook o Instagram.

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Settembre libri: Pasqua della Solitudine di Nicoletta Ruggiero

Pubblicato

in

Settembre libri : Pasqua della Solitudine di Nicoletta Ruggiero

 

L’opera nasce dall’esigenza di far capire al mondo che si può cambiare la propria vita, poiché questa la dobbiamo immaginare come se stessimo partecipando a una mostra d’arte, ossia a una manifestazione di linee e di colori che ci illustrano i momenti salienti dell’evoluzione culturale, storica, artistica e religiosa. È una retrospettiva letteraria e illustrativa che caratterizza la voglia di esprimere sensazioni.

Si tratta di ripensare insieme, in questo assurdo periodo di COVID-19, i valori della solidarietà, della comunità e dell’amicizia, per ritrovare sé stessi e un nuovo slancio verso il futuro.

Particolare cura è dedicata alla ricerca di un linguaggio semplice e chiaro che renda la lettura accessibile a ogni ricercatore attento e aperto al sapere.

 

L’autrice è nata in un paesino, Calvizzano, della provincia di Napoli. Prima di tre figli. Diplomata all’Istituto tecnico per geometri G.B. Della Porta di Napoli e conseguita la Laurea di Dottore Magistrale presso la Parthenope di Napoli in Economia del commercio internazionale e mercati valutari. Docente di matematica applicata. Ha una sua personale famiglia allargata, sono in 6. I suoi figlioli sono Angelo di 9 anni e Ingrid di 6 anni avuti dal compagno Alfredo.

Continua a leggere



Cultura

Università di Salerno e Netcom Group siglano convenzione per la creazione di un laboratorio permanente sulle tematiche delle Smart Cities

Pubblicato

in

E’ stata siglata nella sede del Rettorato dell’Università di Salerno, nel corso di I-CITIES 2020, una convenzione tra la società NetCom Group e l’Ateneo salernitano per la creazione di un laboratorio permanente, il primo del suo genere, all’interno della stessa Università dove poter sviluppare attività di ricerca e sviluppo, ma soprattutto preparare gli studenti al mondo del lavoro.

Il laboratorio nasce con l’obiettivo di sviluppare le tematiche connesse alle smart cities. Nello specifico è un laboratorio di ateneo che nasce con l’idea di concretizzare tutta una serie di attività di ricerca sul territorio attraverso un sinergico rapporto azienda e università. «L’accordo sottoscritto con NetCom Group – dichiara il Rettore dell’Università agli Studi di Salerno, professor Vincenzo Loia – fa parte della nostra politica di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’innovazione tecnologica e della digital transformation. Le Università sono sedi primarie della ricerca scientifica nazionale ed è nostro compito elaborare e trasmettere criticamente le conoscenze anche promuovendo forme di collaborazione con Istituti extrauniversitari di ricerca. NetCom è uno di questi e il protocollo condiviso ci permetterà di lavorare insieme su uno degli ambiti che ritengo ormai imprescindibile per la società contemporanea: quello delle smart cities».

«Il primo passo di questa sinergia – conclude il Rettore – sarà l’attivazione di un laboratorio congiunto, ospitato presso il campus di Fisciano, che condurrà attività di ricerca sulla dimensione dell’Internet of Things e la sua applicazione a scenari reali quali Beni Culturali, Automotive e Social Media, anche tramite la condivisione di strumenti di elaborazione e la sinergica collaborazione con i vari Dipartimenti». «Siamo un’azienda che appartiene al futuro – afferma il presidente e ad di NetCom Group, Domenico Lanzo – che non dimentica le sue origini e amplifica la capacità creativa del sud con volontà di rendere concrete le soluzioni tecnologiche che il mercato richiede, esaltando qualità professionali innovative». «Utilizzare – aggiunge Lanzo – strutture e mezzi aziendali all’avanguardia con la formazione guidata da un ateneo sono un fiore all’occhiello della nostra regione. Siamo certi che la nascita di questo laboratorio all’interno dell’Ateneo – si rivelerà un percorso virtuoso e proficuo con l’Università di Salerno, anche in prospettiva delle opportunità che si creeranno a breve termine sulla spinta di un mercato affamato di soluzioni creative che il nostro Sud genera copioso».

«Abbiamo avuto in NetCom Group – sottolineano i professori Massimo De Santo e Francesco Colace del Centro ICT di Ateneo per i Beni Culturali – una sponda molto forte e l’interesse di andare a sviluppare queste tematiche e dopo aver raccolto l’ok dell’azienda e dei nostri organi istituzionali si è deciso di investire all’interno dell’ateneo creando questa struttura. All’interno del laboratorio verranno distaccate unità di personale di NetCom Group che seguiranno il lavoro dei nostri studenti e dei nostri ricercatori». «La firma di questa convenzione – spiega Alfredo Troiano, direttore tecnico di NetCom Group – rappresenta la formalizzazione di un rapporto che ormai da decenni vede impegnato l’Ateneo ed in particolare i proff. De Santo e Colace, e NetCom. Questa collaborazione ha visto numerose attività di tirocini, tesi, dottorando e pubblicazioni scientifiche, su tematiche, quali ad esempio la cyber security o l’intelligenza artificiale, applicate a settori come Automotive e Media e Beni Culturali».  «Siamo già al lavoro – annuncia Troiano – per definire il manifesto delle attività che ci vedranno impegnati nel prossimo triennio e che da oggi, come detto, sono formalmente battezzate e che vedono la creazione, presso l’Ateneo, di un laboratorio attrezzato per la realizzazione di tali attività».

 

Continua a leggere



Le Notizie più lette