Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Sport

Tennis, impresa Berrettini: primo italiano a vincere una partita alle Finals

Pubblicato

in



Matteo Berrettini entra di diritto nella storia del tennis italiano. Quella contro Dominic Thiem è la prima vittoria di un azzurro nella storia delle Atp Finals. Sul veloce indoor della ‘O2 Arena’ di Londra, il tennista romano si impone in due set 7-6 (7-3), 6-3 sull’austriaco in meno di un’ora e mezza.Un’impresa per il 23enne, numero 8 al mondo. Perché mette a segno qualcosa che non era riuscito nemmeno a due signori di questo sport come Adriano Panatta e Corrado Barazzutti: portare a casa una gara al Masters. Chapeau. Dopo un primo set combattuto, Berrettini, reduce dalle sconfitte con Novak Djokovic e Roger Federer e già eliminato dal Master, conquista il secondo con un grande servizio, il solito dritto potente e anche qualche bel rovescio, il colpo in cui deve migliorare di più. Con questo successo all’ombra del Big Ben, il talento romano saluta la capitale inglese, guadagna 200 punti in classifica Atp e i 215mila dollari del montepremi in palio per questo match. Ora lo attende la Coppa Davis a Madrid, in programma da lunedì 18 a domenica 24 novembre.Non crede ai suoi occhi e tradisce commozione questo ragazzone, 196 centimetri per 90 chili, dopo la terza gara in pochi giorni alle Finals. “Sono molto fiero per il mio team, la mia famiglia e i miei amici. E’ una stagione incredibile, spero di tornare il prossimo anno. Senza questi ragazzi non sarebbe stato possibile. Sono felice di chiudere con una vittoria”, dice a caldo. E poi analizza: “Con Thiem ho giocato sempre partite molto combattute. Sono stato bravo a tenere mentalmente nel primo set, sono molto contento della mia prestazione nonostante non sia al 100% fisicamente”. “Ho vissuto diversi momenti difficili in questa stagione, sono stato insopportabile nei giorni brutti ma il mio team è stato incredibile. Ora mi devo riposare in vista del prossimo grande evento e poi ci saranno le vacanze”, sorride.Insomma, Berrettini, dopo una stagione da incorniciare con la semifinale allo Us Open, i titoli Atp di Budapest e Stoccarda, il volo spiccato fino all’ottava piazza nel ranking mondiale, si gode il traguardo delle Atp Finals, con i top class della racchetta. “Un voto? Io credo che bisogna prendere tutto, non solo come ho giocato ma anche come sono stato in campo a testa alta. Mi do – rivela – un bell’8, potevo avere più chance, sono contento e sono andato oltre qualche attacco fisico”. Il tennista romano, sia chiaro, è una macchina. Il motivo è presto detto: “Sto già pensando al prossimo anno, a sentirmi più forte, ad essere più forte. Voglio arrivare qui ed essere più competitivo con questi grandi campioni. Se dovessi qualificarmi, sarei più forte. E’ una questione di esperienza, devi soffrirci e poi impari”. In vista del 2020, per Berrettini c’è sicuramente un obiettivo: “Vorrei continuare a questo livello perché questa è la strada giusta, lavorare tanto e regalare tante emozioni ai tifosi del tennis”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Stadi, Spadafora: ‘In arrivo il protocollo per garantire riaperture graduali’

Pubblicato

in

Stadi, Spadafora: ‘In arrivo il protocollo per garantire riaperture graduali’

Un protocollo per garantire la riapertura in sicurezza di stadi e impianti dove si svolgono tutte le discipline sportive sia quelle principali che le minori. Lo ha annunciato il ministro dello sport Vincenzo Spadafora rispondendo ad una interrogazione parlamentare alla Camera su questo tema. Il ministro ha detto che il documento verra’ probabilmente approvato “all’unanimita’ dalle regioni gia’ da domani” e consentira’ di proseguire sulla strada in precedenza intrapresa “perche’ proprio il rigore e attenzione che abbiamo avuto, ci ha permesso di portare a conclusione i campionati in sicurezza e ci permettera’ di avere riaperture graduali con l’obiettivo di avere il rientro negli stadi e in tutti gli impianti sportivi in modo omogeneo. Ed e’ quello che ci apprestiamo a fare con il documento predisposto. Vediamo che in altri Paesi, come Gran Bretagna o Francia, la situazione e’ ben diversa,con gli stadi chiusi probabilmente fino a primavera”.

Spadafora ha sottolineato che grazie al rigore avuto nei mesi scorsi “con il Dpcm del 7 agosto abbiamo acconsentito ad alcuni numeri e abbiamo chiesto e ottenuto che si potesse, per alcuni eventi non continuativi, come gli Internazionali, una certa partecipazione di pubblico. Poi la Figc lo ha chiesto anche per il calcio ma il Cts ha bocciato sostenendo che non c’erano le condizioni per consentire l’accesso al pubblico in modo continuativo. Ma la novita’ di queste ore e’ che abbiamo avuto un incontro con Bonaccini e tutte le rappresentanze per la realizzazione del protocollo che poi discuteremo insieme come governo e Cts, per le riaperture in sicurezza e questo lo faremo, anche alla luce dei dati che arriveranno per esempio dalle scuole”.

Continua a leggere



Sport

Equitazione, vittoria ad Arezzo della campana Landino

Pubblicato

in

Equitazione, vittoria ad Arezzo della campana Landino.

Nella impegnativa trasferta di Arezzo si registra la vittoria della campana Giorgia Landino che, in sella ad Arrow, conquista la medaglia d’oro nella categoria C 115. La giovane atleta ha sbaragliato 29 concorrenti aggiudicandosi di diritto la partecipazione al Gran Premio Fiera Cavalli 122×122 che si svolgerà dal 5 al 11 novembre a Verona. Grande la soddisfazione dell’istruttore Daniele Saponara del club Tempa delle Craste.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette