Napoli, rapinatore preso dalla Polfer in Stazione

4736 persone identificate, 3 arresti, 9 persone denunciate in stato di libertà, 17 contravvenzioni elevate di cui 5 ai sensi del regolamento in materia di sicurezza ferroviaria: questo è il bilancio dell’attività effettuata negli ultimi giorni dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania negli scali ferroviari della regione.

273 sono state le pattuglie impegnate nel controllo del territorio ferroviario, 82 invece quelle impiegate a bordo treno per la scorta di 177 convogli. Inoltre sono stati effettuati 26 servizi antiborseggio per contrastare, in particolare, i furti in danno dei viaggiatori.

Sempre nella giornata di ieri, i poliziotti del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania, a seguito di indagini, hanno proceduto all’arresto di un quarantacinquenne napoletano. Gli agenti della Polfer anche con l’ausilio dei sistemi di videosorveglianza, avevano individuato nel quarantacinquenne, pregiudicato, l’autore di una rapina effettuata nello scorso mese di agosto. In quella occasione un uomo aveva dichiarato di essere stato vittima di una rapina all’esterno della stazione centrale di Napoli. Nella denuncia aveva asserito che un malvivente, con l’intento di sottrargli una boccetta, da poco ritirata presso il Ser.T. di Napoli, contenente il metadone col quale l’uomo cura la propria tossicodipendenza, lo aveva scaraventato a terra e colpito ripetutamente con schiaffi e pugni. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli nei giorni scorsi, visti gli atti, ha disposto per il malfattore la misura di custodia cautelare in carcere. Appena ricevuta l’ ordinanza i poliziotti, consapevoli dell’attrattiva che genera l’ambiente della stazione centrale in quel soggetto pregiudicato, si sono messi alla sua ricerca e lo hanno fermato proprio mentre si aggirava nei pressi dello scalo ferroviario. Al quarantacinquenne è stata quindi notificata l’ ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere ed è stato condotto presso la casa circondariale di Poggioreale, a disposizione dell’ A.G.

Contenuti Sponsorizzati