Ultra’ ucciso: figlie, no fiori ma donazioni a ricerca su fibrosi

Le figlie di Fabrizio Piscitelli, ultra’ della Lazio noto come Diabolik ucciso due settimane fa con un colpo di pistola alla nuca mentre si trovava al Parco degli Acquedotti, invitano sui propri profili social a “partecipare alla raccolta fondi a favore della Lega Italiana Fibrosi Cistica del Lazio” invece di portare “composizioni floreali” in occasione del rito funebre. Le esequie di Piscitelli si svolgeranno mercoledi’ al santuario del Divino Amore, l’accesso sara’ consentito solamente a 100 persone. In precedenza la Questura aveva disposto un rito direttamente al cimitero Flaminio ma chiuso al pubblico.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati