Condannato a cinque anni e quattro mesi di reclusione il commerciante di 49 anni di Pontecagnano, E. P le sue iniziali, accusato di aver sfigurato, con una spranga di ferro, una ragazza che non aveva accettato la sua richiesta di amicizia su Facebook. La sentenza è stata emessa ieri dal gup Albarano del tribunale di Salerno al termine del rito con il giudizio abbreviato. Non solo. Ma il giudice ha disposto anche una provvisionale di 15mila euro a favore della giovane vittima dell’aggressione e di 7mila euro per il fidanzato.

L’episodio risale al 28 gennaio 2017 ed avvenne davanti ad un noto pub della zona. Lesioni personali gravissime e minacce sono le accuse formulate a carico dell’imputato, incastrato dalle indagini dei carabinieri della stazione di Pontecagnano.
Colpevole di non aver concesso l’amicizia sul noto social network. Bastò questo a scatenare la reazione dell’uomo che, in evidente stato di ubriachezza, cominciò ad urlare contro la giovane che lo aveva “rifiutato”, facendo scattare l’intervento del titolare del pub che lo invitò prima a non infastidire i clienti e poi, ad uscire dal locale. Di qui la brutale aggressione.

LEGGI ANCHE  Covid, il tasso di positività in Campania resta al 9%
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Università di Salerno, Irccs MultiMedica e Irccs Neuromed scoprono il gene della longevità: vasi sanguigni ringiovaniscono

Notizia precedente

Balotelli sarcastico sul mare marrone di Posillipo: ‘…devo dire che sono stato io così intervenite subito?’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..