Napoli. Tre condanne all’ergastolo confermate e una ridimensionata. Cala il sipario sul processo di secondo grado e per gli uomini del’ gruppo di fuoco’ del clan Buonerba di Forcella a Napoli, imputati per l’omicidio del giovane boss rivale Emanuele Sibillo, avvenuto il 2 luglio 2015. L’unico “sconto” di pena la Corte ha deciso di riservarlo ad Andrea Manna, il solo ad ammettere le proprie responsabilità alla vigilia della requisitoria del pubblico ministero che alla fine del maggio scorso aveva chiesto il carcere a vita per tutti gli esecutori materiali del delitto. I giudici della IV sezione della Corte d’Asside d’Appello di Napoli( presidente Vesci) hanno infatti confermato il verdetto di primo grado, condannando all’ergastolo gli imputati Antonio Amoroso, Gennaro Buonerba e Luigi Criscuolo.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati