. Pasqua amara e polemica per gli sfollati delle case adiacenti all’ospedale Incurabili. “Siamo stati abbandonati a noi stessi e senza un futuro”, affermano polemici. “Il comune, la Curia e l’Asl 1 ci hanno riferito che non hanno case disponibili nel centro di per poterci ospitare. Dopo tante promesse questo è il regalo di Pasqua che riceviamo. Non c’è che dire dall’uovo è uscita proprio una bella sorpresa per noi”, commentano polemici. Nei giorni scorsi alcune delle 25 famiglie di sfollati avevano occupato le loro case ma dopo alcune ore erano stati costretti ad uscire per il pericolo di crolli. Avevano chiesto di trovare una soluzione abitativa più consona visto che sono stati ‘deportati’ a sant’Anastasia con evidenti problemi logistici per chi lavora, per chi ha attività commerciali e per i bambini che vanno a scuola nel centro di Napoli dove abitavano. “Ora non sappiamo cosa faremo-dicono- ma certamente dopo questo no noi non fermeremo le nostre proteste”.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..