Muore in un centro di riabilitazione, dove seguiva una fase successiva all’installazione di una protesi, per un intervento presso Ortopedia a Salerno. Ma per la faimglia non sarebbe stato curato, tanto da spingere la stessa a presentare denuncia. Sono 9 i medici indagati per la morte di Giovanni Ceruso, 70enne di Siano, deceduto in un centro riabilitativo di Roccapiemonte.
Nel registro degli indagati compaiono alcuni medici della struttura, ma anche quelli del reparto di ortopedia dell’ospedale Ruggi, di Salerno. L’uomo, di circa 70 anni, avrebbe sofferto da tempo di problemi di natura cardiaca. All’ospedale di Salerno c’era finito per un intervento al ginocchio, con l’installazione successiva di una protesi. Un intervento riuscito, che prevedeva come step successivo seguire un percorso di riabilitazione. A questo, era stata poi prescritta una cura di farmaci. I familiari contestano il mancato rispetto di quella prescrizione, a differenza invece dei legali dei medici, che parlano di un rispetto di quanto comunicato dall’ospedale. Ora l’inchiesta, con l’autopsia eseguita nei giorni scorsi sul paziente, i cui risultati, redatti dal consulente nominato dalla procura, saranno depositati a chi coordina l’indagine entro i tempi previsti dalla legge. L’uomo è deceduto il 6 aprile scorso.

Muore a 70 anni durante riabilitazione al ginocchio, indagati 9 medici
di Redazione Cronache per Cronache della Campania

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Il tenore pop Giuseppe Gambi, tra successo e progetti futuri

Notizia precedente

Napoli, niente case al centro per gli sfrattati degli Incurabili: ‘Promesse non mantenute’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..