Il tecnico della Juve Stabia, Fabio Caserta si è presentato in sala stampa dopo il pareggio a reti bianche contro la Casertana: “Non è facile giocare in queste condizioni. Le società fanno sacrifici e non è bello vedere determinate cose. Anche oggi, vedere un derby a porte chiude fa male al calcio. Deve far riflettere un po’ tutti e mi dispiace soprattutto per il presidente D’Agostino, il quale l’ho visto molto amareggiato. E non è giusto nemmeno per i tifosi, lo sfottò ci sta.
Un punto importante contro una squadra forte, al di là dell’ambiente. Entrambe le formazioni sono state penalizzate dal campo, il bel gioco non si è visto per colpa del terreno di gioco. Da domani inizieremo a pensare alla prossima.
La Casertana è una buonissima squadra. Ripeto, il campo ha condizionato molto.
I ragazzi stanno facendo un campionato strepitoso, ma dobbiamo continuare fino alle fine perché è ancora lungo. La città deve essere orgogliosa di quello che stiamo facendo.
A Castellammare c’è entusiasmo, ma anche i tifosi sanno che è ancora difficile. Loro sono vicini a noi proprio perché sta vedendo come i ragazzi stiano onorando la maglia. Sono da tanti anni in questo ambiente e sono felice per come stanno andando le cose. Allena prima uomini che calciatori. È normale che Zito e Castaldo vengano fischiati da ex. Ma nonostante questo I nostri tifosi apprezzano questi due calciatori. Io sono sicuro di quello che farà la squadra. Li conosco e anche i nuovi arrivati stanno facendo bene. Non temo cali di tensione. Il campionato non so se è stato falsato, sicuramente è dall’inizio molto strano. Spero sia l’ultima volta che accadano queste cose con controlli più importanti e decisioni più imminenti”.

Contenuti Sponsorizzati